Droga e tentata rapina, Carabinieri in pattuglia nel piazzale della stazione

Controlli dei Carabinieri in piazzale XXV aprile. Tre persone arrestate e una deferita all’autorità giudiziaria, altre quattro segnalate per assunzione di stupefacenti.

Carabinieri piazzale stazione

Nel corso della settimana, i Carabinieri della Compagnia di Verona hanno intensificato i controlli nell’area esterna della stazione ferroviaria Porta Nuova, in particolare nell’arco pomeridiano e serale per intensificare. Nel corso del servizio sono stati controllati 215 persone e 104 veicoli, oltre che diversi esercizi pubblici.

Al termine dell’attività, tre individui sono stati denunciati in stato di arresto e uno in stato di libertà; quattro persone segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo in quanto assuntori di droghe.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Arrestato un pusher con 100 grammi di hashish

Un ventitreenne originario del Marocco, alla vista dei militari, ha tentato di defilarsi, ma è stato notato e fermato. Dal controllo subito effettuato, è emerso che deteneva, destinati allo spaccio, circa 100 grammi di hashish. Il giovane è stato arrestato e poi condotto davanti al Giudice che lo ha condannato alla pena di 6 mesi di reclusione e mille euro di ammenda.

Due arresti per fatti pregressi

Sono stati rintracciati e arrestati due cittadini stranieri, il primo – un cittadino tunisino – poiché raggiunto da un “ordine di carcerazione” per l’espiazione della condanna a 2 anni e 10 mesi di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia; il secondo, un cittadino ghanese, in quanto, imputato per reati concernenti la normativa sugli stupefacenti e sottoposto alla misura della presentazione della polizia giudiziaria, aveva più volte violato le prescrizioni.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

Tentata rapina di una catenina d’oro

Durante lo svolgimento del servizio, i militari sono intervenuti su un episodio di tentata rapina, subita da un giovane. Il ragazzo ha segnalato che, pochi minuti prima, mentre era a bordo di un autobus dell’Atv, era stato avvicinato da due individui, i quali, approfittando di un momento di distrazione, gli avevano strappato la catenina in oro.

Scesi dal bus presso la pensilina di piazzale XXV Aprile, il derubato ha tallonato i due individui per farsi riconsegnare l’oggetto, venendo tuttavia minacciato con una bottiglia di vetro. Subito dopo, alla vista dei Carabinieri in pattugliamento, i due hanno restituito il prezioso e si sono allontanati velocemente a piedi. Grazie alla rapida segnalazione della vittima, i militari sono riusciti ad individuare, dopo prolungate ricerche, uno degli autori. Si tratta di un giovane marocchino già noto alle forze dell’ordine, che è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, mentre proseguono le indagini per identificare il suo complice.

Ancora stupefacenti

Un 52enne straniero è stato deferito in stato di libertà in quanto trovato in possesso di tre grammi di hashish e di un coltello il cui porto è vietato dalla Legge.

Infine, quattro persone sono state segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo per i conseguenti provvedimenti di carattere amministrativo in quanto trovate in possesso di modiche quantità di hashish e marijuana, stupefacente destinato in tutti i casi all’uso personale.

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato