Doppio allarme per un parapendio precipitato, ma era un aquilone

Ieri pomeriggio la Centrale del 118 è stata allertata da una persona che da Belluno Veronese vedeva muoversi nel versante opposto, sopra Ossenigo, la vela di un parapendio finito tra gli alberi: accorsi sul posto, gli operatori hanno appurato trattarsi di un aquilone manovrato da una persona. Poco dopo, lo stesso allarme da un secondo testimone.

Elicottero soccorso alpino motocross san rocco
Foto d'archivio dalla pagina Facebook "Soccorso Alpino e Speleologico Veneto - CNSAS"

Alle 15.20 circa di ieri pomeriggio la Centrale del 118 è stata allertata da una persona che da Belluno Veronese vedeva muoversi nel versante opposto, sopra Ossenigo, la vela di un parapendio finito tra gli alberi. Mentre veniva allertato il Soccorso alpino di Verona, l’elicottero di Verona emergenza si è liberato da una precedente missione ed è volato nel punto indicato, per appurare, dopo il sorvolo della zona, che si trattava di un aquilone manovrato da una persona.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Quando l’elicottero è rientrato per il cessato allarme, un secondo testimone ha contattato il 118 perché gli pareva di scorgere nella stessa zona una vela tra i cavi dell’alta tensione e che potevano esserci delle fiamme. La chiamata è stata girata ai Vigili del fuoco e ai Carabinieri che, anche in questo caso, hanno verificato trattarsi dell’aquilone manovrato dalla stessa persona del precedente allarme. 

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM