I controlli per il contrasto alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, proseguono giorno e notte, ma quello che è successo nella nottata tra venerdì e sabato ha lasciato basiti anche gli agenti della Polizia Stradale. Fermato con un tasso alcolemico di 1,3 grammi per litro, un giovane 25enne si è visto confiscare la patente in viale del Lavoro, dove c’era un appostamento di Polizia. Con il ragazzo c’era anche il fratello, che non avrebbe potuto riportare a casa l’auto, in quanto anche lui è risultato positivo all’alcoltest. A recuperare i ragazzi è stata quindi la madre, ma passano poco meno di tre ore che la polizia nota nuovamente l’auto in strada.

Alla guida del mezzo c’era ancora lui, che sottoposto all’alcoltest risultava ancora una volta positivo, con un grado pari a 0,8. Doppia denuncia per lui per guida in stato di ebbrezza, una per guida con patente ritirata e fermo della vettura per tre mesi. A questo vanno sommate le sanzioni amministrative che andranno da un minimo di 3.000 ad un massimo di 14.000 euro.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.