Don Luigi Ciotti conquista gli studenti di Verona

Un Teatro Nuovo gremito da 650 ragazzi e ragazze per la conversazione sulla Legalità con Don Ciotti.

Don Luigi Ciotti con gli studenti al Teatro Nuovo di Verona
Don Luigi Ciotti con gli studenti al Teatro Nuovo di Verona
New call-to-action

Grande partecipazione al Teatro Nuovo di Verona per l’incontro tenutosi oggi tra don Luigi Ciotti e gli studenti e le studentesse delle scuole veronesi della Rete “Scuola e Territorio: Educare Insieme”, con la speciale partecipazione di un gruppo di ragazzi di Palermo del Liceo Classico Vittorio Emanuele, accompagnati dagli insegnanti e dai rappresentanti del Centro Documentazione Paolo Borsellino. Presente anche l’assessora alla Sicurezza e Legalità Stefania Zivelonghi.

Un’occasione di confronto sul tema ‘La conquista della libertà. Come passiamo passare dalle parole all’azione per la libertà e i diritti di tutti’ che ha registrato il tutto esaurito, con 650 giovani in sala.

Don Luigi Ciotti con gli studenti al Teatro Nuovo di Verona
Don Luigi Ciotti con gli studenti al Teatro Nuovo di Verona

«L’Amministrazione – ha evidenziato l’assessora Stefania Zivelonghi – sta puntando tantissimo sulla cittadinanza attiva, sul coinvolgimento e su un sistema di sicurezza partecipato. Le parole di don Ciotti ben definiscono questo concetto, l’importanza d’essere parte del sistema, ascoltare e interessarsi di ciò che accade intorno a noi, nella nostra comunità. In nostri giovani saranno migliori di quello che siamo stati noi. È importante però dare loro dei modelli credibili su cui fare riferimento e don Ciotti è sicuramente uno dei riferimenti veri e coerenti di cui hanno bisogno».

LEGGI ANCHE: Occupazioni e accattonaggio molesto: a Verona 91 daspo urbani in una settimana

Don Luigi Ciottifondatore e presidente di Libera, associazione nomi e numeri contro le mafie, si è confrontato nella mattinata con gli studenti sul tema complesso della Libertà, minacciata da mafie e organizzazioni criminali, che minano i diritti dei cittadini e l’essenza della stessa democrazia.

«I ragazzi e le ragazze hanno bisogno di trovare dei punti di riferimento in una società dove si sta sempre più diffondendo un clima di superficialità, di indifferenza, di rassegnazione – ha spiegato don Luigi Ciotti –. C’è bisogno di combattere contro la delega, perché molti pensano che tocchi sempre agli altri fare, invece ciascuno di noi è chiamato a fare la propria parte. I giovani non hanno bisogno di essere portati ma accompagnati. I ragazzi e le ragazze hanno bisogno di trovare punti di riferimento veri e coerenti, d’essere ascoltati e aiutati a saper distinguere tra quelli che sono solo dei seduttori e chi, invece, può essere per loro una guida, un educatore credibile».

Fra i momenti istituzionali promossi durante questa settimana dall’Istituto Copernico Pasoli, in collaborazione con la Rete STEI, nell’ambito del progetto ‘Educazione alla legalità e cittadinanza consapevole’, anche l’incontro che si terrà domani, giovedì 16 novembre alle 10.30 in Municipio, tra l’assessora alla Sicurezza e Legalità Stefania Zivelonghi e gli studenti del liceo Emanuele di Palermo.

LEGGI ANCHE: Allerta arancione PM10: martedì e mercoledì stop ai diesel Euro 5

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM