Domeniche ecologiche, fissato il calendario per i blocchi del traffico a Verona e comuni vicini

Domeniche ecologiche a Verona e comuni limitrofi: fissate le date da novembre 2021 ad aprile 2022. Entro il primo ottobre le ordinanze dei sindaci.

pm10 divieti verona smog domeniche ecologiche verona e provincia

Le nuove date per le domeniche ecologiche a Verona e comuni limitrofi

Sono state fissate e condivise tra Verona e i Comuni limitrofi, le date delle sette domeniche ecologiche previste dalle delibere della Giunta della Regione del Veneto tra le iniziative per contenere l’inquinamento da Pm10, come indicato dall’Accordo di Bacino Padano. Si tratta di limitazioni al traffico dei veicoli privati e altre iniziative per contenere lo smog.

Tema caldo, visto anche il recente botta e risposta fra Comune di Verona e Legambiente sul report “Mal’aria”.

Il calendario è stato deciso in un incontro convocato dalla Provincia di Verona, che coordina il Tavolo Tecnico Zonale (Ttz) sulla qualità dell’aria.

Le domeniche ecologiche dall’autunno 2021 alla primavera 2022 saranno:

  • 14 novembre,
  • 16 gennaio,
  • 30 gennaio,
  • 20 febbraio (con la sola eccezione di Bussolengo per festeggiamenti legati al Santo Patrono),
  • 13 marzo,
  • 20 marzo,
  • 3 aprile.

LEGGI ANCHE: Fridays For Future, oggi si manifesta per l’ambiente

Come funzionano le domeniche ecologiche

blocco traffico antismog

Nel verbale dell’incontro, sottoposto ora all’attenzione della Regione, si propone che, in quelle date, il blocco del traffico possa non interessare gli interi territori comunali. Per compensare questa parziale deroga allo stop della circolazione, su tutte le strade extraurbane dei Comuni dell’agglomerato di Verona i limiti di velocità verrebbero abbassati di 20 chilometri orari. Una limitazione che verrebbe adottata anche nei momenti in cui l’allarme per le Pm10 risultasse pari ad arancione o rosso.

I rappresentanti delle amministrazioni presenti hanno comunicato inoltre l’intenzione di coordinarsi, in vista delle domeniche ecologiche, per organizzare agevolazioni per la mobilità pubblica ed eventi associati.

I comuni interessati dalle domeniche ecologiche a Verona e provincia

I comuni interessati sono:

  • Bussolengo,
  • Buttapietra,
  • Castel d’Azzano,
  • Grezzana,
  • Lavagno,
  • Mezzane di Sotto,
  • Negrar,
  • Pescantina,
  • San Giovanni Lupatoto,
  • S. Martino Buon Albergo,
  • San Pietro in Cariano,
  • Sommacampagna,
  • Sona,
  • Verona,
  • Villafranca.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Presto le ordinanze dei sindaci

Spetterà ora ai Sindaci emanare, entro il primo di ottobre, le ordinanze con le prescrizioni (sia per quelli dell’agglomerato che per gli altri interessati da differenti limitazioni). Nei giorni scorsi, per semplificare il compito ai comuni in particolare medio/piccoli, la Provincia aveva inviato a tutti i primi cittadini dei modelli delle ordinanze da adeguare poi ai rispettivi territori.

La Provincia, infine, ha già fissato un nuovo tavolo tecnico zonale sulla qualità dell’aria per il 29 settembre, per ricordare agli amministratori scaligeri scadenze e prescrizioni.

Il consigliere provinciale

«Il punto fermo di tutte le amministrazioni dell’agglomerato di Verona è stato limitare i disagi per i cittadini mantenendo l’efficacia dell’abbattimento delle Pm10 durante le domeniche ecologiche» afferma il consigliere provinciale con delega all’Ambiente Sergio Falzi.

«In assenza, nei prossimi giorni, di indicazioni diverse da parte delle altre istituzioni competenti a cui abbiamo inviato il verbale, potrebbero rimanere dunque aperte al traffico alcune strade, ricordando che in quelle extraurbane il limite di velocità verrebbe al contempo ridotto sensibilmente. Una limitazione, quest’ultima, che permetterebbe di abbassare le emissioni dei mezzi in transito» ricorda Falzi.

L’assessora di Verona

Ilaria Segala blocco blocchi euro 4
Ilaria Segala, assessora all’urbanistica e all’ambiente del Comune di Verona

«Abbiamo fissato date e attuazione uguali a tutti i Comuni» afferma l’assessora all’Ambiente del Comune di Verona Ilaria Segala. «La lotta allo smog non si vince da soli, ma tutti insieme su area vasta, e non dobbiamo nemmeno dimenticare le esigenze dei cittadini. Per questo motivo, nella riunione abbiamo deciso queste modalità, visto che la Regione ci consente di decidere quanto territorio coinvolgere».

«Attendiamo la risposta da Venezia, e nella scelta dei giorni abbiamo escluso la concomitanza con le festività evitando anche di interessare interi Comuni, ma con blocchi mirati. Verona ha anche proposto che tutti i giochi ideati per l’Agenda 2030 per il Tocatì, siano disponibili anche per gli altri per fare un’educazione ecologica condivisa».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM