Documenti falsi in aeroporto. In manette due uomini

aeroporti restano aperti coronavirus
L'aeroporto Valerio Catullo di Villafranca-Verona

Arrestati per aver presentato passaporti e carte di identità false un sedicente cittadino siriano di 32 anni e un cittadino albanese di 31. I due sono finiti in manette nell’aeroporto Catullo di Verona dopo essere stati scoperti dalla polizia di frontiera.

Si sono presentati ai controlli della polizia di frontiera con documenti falsi. Così un sedicente cittadino siriano di 32 anni in partenza per Londra e un cittadino albanese di 31 anni diretto a Dublino sono stati intercettati e arrestati. Il 32enne, al momento della verifica del passaporto, ha esibito un documento brasiliano con la propria fotografia, risultato poi contraffatto. Il cittadino albanese, invece, aveva presentato una carta di identità greca, rivelatasi falsa. In sede di direttissima il 31enne è stato condannato dal Tribunale di Verona a un anno di reclusione, mentre per il sedicente siriano, provvisoriamente espulso dal territorio nazionale, il processo è stato rinviato.