Di Maio-Sboarina, stretta di mano e pace fatta

Oggi al Vinitaly il vicepremier Di Maio (con la nuova fidanzata Virginia Saba), Giorgia Meloni e Nicola Zingaretti. Stretta di mano con il ministro 5 Stelle, dopo lo scontro sul Congresso delle Famiglie. Di Maio: “Niente da chiarire con Sboarina”. Lui: “difenderò sempre la mia città”

Una stretta di mano e un brindisi alla pace fatta. Questa mattina a fare il tour degli stand di Vinitaly c’era il vicepremier Luigi Di Maio, che nelle settimane scorse era finito sulla bocca del sindaco di Verona, che a detta sua, avrebbe “insultato la città”, utilizzando termini come “sfigati” o “fanatici” in occasione del Congresso delle Famiglie di fine marzo.

Tra gli ospiti d’eccezione, anche oggi il presidente del Veneto Zaia, e poi Giorgia Meloni che ha fatto tappa allo stand di Coldiretti, e ancora Zingaretti, del Pd; ieri era stato il turno domenicale di Matteo Salvini.