D’Arienzo nominato componente della Commissione su illeciti ambientali

Una nomina importante quella arrivata ieri per il senatore Pd Vincenzo D’Arienzo, diventato componente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati.

“Una grandissima responsabilità. – ha commentato D’Arienzo – La Commissione ha numerosi compiti. Tra gli altri, può svolgere indagini atte a fare luce sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, sulle organizzazioni in esse coinvolte o ad esse comunque collegate, sui loro assetti societari e sul ruolo svolto dalla criminalità organizzata”.

“Visti i tantissimi incendi ad impianti di smaltimento dei rifiuti sia a Verona che nel Veneto, direi che è il caso di agire in questa direzione. – continua il Senatore dem – Anzi, è uno dei compiti affidati alla Commissione quello di indagare sulle attività illecite legate al fenomeno degli incendi e su altre condotte illecite riguardanti gli impianti di deposito, trattamento e smaltimento dei rifiuti ovvero i siti abusivi di discarica”.

“Impegni specifici sono stabiliti anche con riguardo ai siti inquinati e alle attività di bonifica, alla gestione del servizio idrico integrato, allo smaltimento dei fanghi, ai delitti contro l’ambiente e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto. – sottolinea D’Arienzo, che ha posto subito il focus sulla città scaligera – Sono onorato di poter svolgere un compito così delicato che gratifica il mio impegno e mi motiva nel contrastare ogni attività illegale che comporta un danno ambientale pagato dalla comunità tutta. Una delle prime cose che farò è aprire un dossier su Verona ed il Veneto in modo da focalizzare l’attenzione su alcuni punti nodali e portarli a soluzione”.