Danni post-nubifragio all’illuminazione pubblica per 400mila euro

Agsm Lighting rende noti alcuni dati riguardo i danni all'illuminazione pubblica in seguito al grave nubifragio di domenica scorsa. Danneggiato il 50% di pali, cavi, plafoniere e linee aeree da est a ovest della città: ad oggi il costo stimato per il ripristino è di almeno 400mila euro. Attivo un numero verde per le segnalazioni dei cittadini.

agsm lighting danni nubifragio illuminazione pubblica pali palo caduto

Gli eventi atmosferici di domenica 23 agosto hanno avuto un pesante impatto anche sugli impianti di illuminazione pubblica di Agsm Lighting. L’eccezionale caduta di alberi e rami ha fortemente danneggiato il 50% di pali, cavi, plafoniere e linee aeree da est a ovest della città (in particolare le zone di Chievo, Borgo Trento, Torricelle, parte del Centro, via del Fante, Borgo Venezia, San Michele-Mattarana). 

Nella sola serata tra domenica e lunedì, i tecnici di Agsm Lighting sono intervenuti in cinquanta situazioni in cui era richiesta la messa in sicurezza delle linee di alimentazione prima dell’intervento delle squadre dei vigili del fuoco o della protezione civile incaricate del taglio degli alberi caduti.

Le operazioni sono poi proseguite nelle giornate successive e stanno ancora proseguendo. Ogni ora l’elenco delle vie e degli impianti interessati si allunga. 

«A giovedì le segnalazioni arrivate alla centrale operativa di controllo di Agsm che riguardano solo l’illuminazione pubblica sono state più di 130, – spiega il direttore operativo di Agsm Lighting Andrea Ferrarese, coadiuvato dal responsabile tecnico Paolo Corso – e per questo va il plauso a tutti i tecnici di Agsm Lighting che, senza sosta, si sono adoperati fin da subito e ancora continuano a lavorare ininterrottamente per ripristinare il servizio in tutta la città, anche da parte del Presidente dei componenti del Consiglio di Amministrazione».

La conta dei danni è ancora in corso e ad oggi il costo stimato per il ripristino è di almeno 400mila euro. Alcuni impianti richiederanno interventi di manutenzione straordinaria che andranno dalla sostituzione di corpi illuminanti al rifacimento completo di intere linee. 

Data la vastità e capillarità della rete di illuminazione pubblica (si contano più di 38mila corpi illuminanti) si invitano i cittadini a segnalare ogni tipo di situazione anomala. Le segnalazioni possono essere fatte al numero verde 800394800 attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, oppure alla casella mail segnalzioni.ip@agsm.it. Sono gradite fotografie delle situazioni rilevate.

«Contiamo sulla comprensione cittadinanza – conclude Ferrarese – se non tutti gli interventi di ripristino potranno essere ultimati in tempi rapidi. Da parte nostra mobiliteremo risorse straordinarie e daremo priorità alle situazioni più critiche».