Daniele Salvagno ora è presidente della Coldiretti Veneto

Daniele Salvagno
Daniele Salvagno

 Il nuovo Presidente di Coldiretti Veneto è il veronese Salvagno. 48 anni, sposato e padre di due figlie,  è titolare del Frantoio Redoro con sede a Grezzana (e altri due frantoi a Mezzane e sul Lago).

“Un caloroso benvenuto a Daniele Salvagno, nuovo presidente regionale della Coldiretti, e un grazie sincero a Martino Cerantola per quanto ha fatto nel suo mandato alla guida della maggiore organizzazione agricola della regione. Insieme abbiano condiviso tante battaglie e continueremo a farlo, in nome della ricchezza, della qualità e della varietà della nostra filiera agroalimentare”. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si congratula con il veronese Salvagno, titolare del Frantoio “Redoro” di Grezzana e presidente del Consorzio olio extravergine veneto Valpolicella Dop e della rete di imprese “Buon Gusto Italiano”, che succede al vicentino Cerantola nella guida di Coldiretti veneto.

“Il Veneto, seconda regione d’Italia per numero di prodotti Dop e Igp (38), forte di ben 376 specialità territoriali e di un fatturato del primario di quasi 6 miliardi di euro – ricorda il presidente Zaia – ha sempre trovato nei coltivatori della Coldiretti dei convinti protagonisti in tante battaglie per la difesa del nostro territorio e della dignità di un settore che con le sue 70 mila imprese è pilastro dell’export regionale. Insieme abbiamo condiviso lotte e impegni per l’etichettatura dei cibi, per il contrasto degli effetti deteriori della globalizzazione e della contraffazione, per la trasparenza dei flussi commerciali, per arginare agromafie e fenomeni speculativi, per affermare sicurezza e legalità nel lavoro”.

“Continueremo a condividere queste battaglie – conclude il presidente – in nome di un comune amore per la nostra terra, del rispetto per la fatica e l’ingegno di chi la sa coltivare con professionalità e dedizione, e di una tradizione di eccellenza che fa del Veneto la regione del ‘buon cibo’ e della salute in tavola”.

Parole di stima anche dall’assessore all’Agricoltura Pan: “Da presidente di uno dei consorzi che tutelano una delle nostre tipicità più esclusive, l’olio veneto Dop, Daniele Salvagno sarà un solido e sicuro alfiere della qualità e delle eccellenze del nostro patrimonio agricolo ed enogastronomico”.

“Coldiretti e la nuova presidenza avranno nella Regione Veneto sempre un attento interlocutore e un sicuro alleato – conclude Pan – perché le battaglie e le conquiste degli agricoltori veneti vanno a beneficio di tutti, della comunità regionale, della filiera del ‘made in Italy’ e della più vasta platea dei consumatori nazionali”.