Dal Comune di San Giovanni 160mila euro per le famiglie in difficoltà

Sono state 284 le domande accolte per un totale di quasi 160mila euro di contributi erogati dal parte dell'Amministrazione comunale di San Giovanni per le famiglie in difficoltà.

san giovanni lupatoto esacom
Il Municipio di San Giovanni Lupatoto

Sono 284 le domande accolte per i contributi a integrazione dei canoni di locazione e delle rate del mutuo per l’anno 2023, per un totale di 158.500 euro che l’Amministrazione comunale di San Giovanni Lupatoto ha stanziato a favore delle famiglie lupatotine in difficoltà.

Le domande pervenute in Comune sono state 317, di cui ammesse sono state 284, mentre quelle scartate, a causa di dichiarazione Isee non idonea o perché giunte oltre il termine del 12 gennaio scorso, sono state 33. 

«Le richieste – spiega l’assessore ai servizi sociali e famiglia Maurizio Simonato – sono aumentate rispetto allo scorso anno, così come l’importo attribuito, passato dai 100.000 del 2023 a quasi 160.000, anche in ragione del fatto che quest’anno i cittadini non hanno potuto usufruire del contributo regionale del Fondo Sostegno Affitti.  L’intento del bando era di sostenere coloro che hanno difficoltà a pagare canoni di affitto o rate di mutuo a causa delle emergenze si susseguono nel tempo causando notevoli disagi a famiglie già provate».

«L’amministrazione comunale – continua Simonato – è infatti consapevole delle crescenti problematiche legate alla casa, la cui perdita può determinare a cascata disagi che non sono solo economici e per questo, oltre che con questo bando e la collaborazione con Ater, ha da qualche mese avviato lo Sportello comunale dell’Abitare e procederà a breve nell’attuazione del progetto Affitto Garantito».

I requisiti per poter usufruire dei contributi erano: la cittadinanza italiana o Ue o carta di soggiorno; la residenza nel Comune da 5 anni; non titolarità di ulteriori diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili non ad uso di abitazione principale nel territorio italiano o all’estero di uno o più componenti del nucleo familiare; essere in possesso dell’ISEE con valore inferiore o uguale a 20.000,00 euro; non aver beneficiato di altri contributi economici comunali a sostegno del pagamento dell’affitto/mutuo nell’anno 2023. Avvantaggiati i nuclei famigliari con presenza di minori e disabili.

L’importo del contributo massimo erogabile per canoni di locazione/rate mutuo è pari a € 600,00 sulla base della spesa sostenuta e documentata; le 3 fasce da considerare sono: fascia 1 da 0 a 6.000,00 euro, con contributo del 100%; fascia 2 da 6.001,00 a 12.000,00 euro con contributo 80%; fascia 3 da 12.001,00 a 20.000,00 euro con contributo del 50%.