Dal 21 al 24 settembre a Veronafiere torna la 46^edizione di Marmomacc

Marmomacc è il più qualificato e importante appuntamento internazionale per l’intera filiera del settore oltre ad essere oramai il principale laboratorio culturale per le tendenze nel mondo dell’architettura e del design della pietra. I numeri della edizione che aprirà i battenti dal 21 al 24 settembre lo dimostrano: oltre 1500 espositori dei quali più del 50% stranieri, provenienti da ben 60 Paesi, con otto nuove nazioni partecipanti (Australia, Estonia, Finlandia, Macedonia, Marocco, Nigeria, Slovenia ed Ungheria) su una superficie lorda di 172.450 mq, (76mila netti) distribuiti negli 11 padiglioni e nelle aree esterne. E’ confermata la presenza di operatori professionali da 130 Paesi e la partecipazione di 30 delegazioni estere e 20 collettive.
Ad inaugurare il Salone sarà il sottosegretario alla internazionalizzazione delle imprese e alla politica commerciale del Ministero dello Sviluppo Economico Catia Polidori, che è anche responsabile del “tavolo sul made in Italy”.

«E’ un risultato eccezionale, ancor più in un momento di difficoltà dell’economia non solo in Italia ma di tutto il mondo che conferma l’importanza delle fiere a carattere internazionale – ha sottolineato il presidente di Veronafiere Ettore Riello -. In Italia esse generano ogni anno affari per 60 miliardi di euro, e rappresentano il 10% del valore dell’export totale del Paese. Per questo è ancora più importante l’attività di internazionalizzazione svolta da Marmomacc che si concretizza anche nella co-organizzazione di manifestazioni all’estero, come il Saudi Stone Tech a Ryadh il prossimo ottobre e nella partnership con la più grande manifestazione americana del settore che ha portato alla creazione della rassegna Stone Expo Marmomacc Americas di Las Vegas, in programma nel gennaio del 2012.»

Sempre in collaborazione con Confindustria Marmomacchine, Verona sta sviluppando un accordo con il Bau di Monaco (Salone Mondiale dell’Architettura) e la partecipazione italiana alla più importante manifestazione del settore in Qatar.

«Marmomacc è la fiera numero uno al mondo per completezza dell’offerta – ha sottolineato il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani– sia per quanto riguarda pietre e marmi che per le più innovative tecnologie del settore, dai macchinari per l’estrazione fino a quelli per le lavorazioni più particolari. Certo il momento economico è particolare ma in attesa dei dati del primo semestre 2011, che saranno resi noti a breve, possiamo dire che fino ad oggi il mercato ha confermato la tendenza ad una certa ripresa evidenziata nel 2010.»

«Il comparto marmo-lapideo veronese torna ad essere protagonista di un settore che ha espresso grandi eccellenze nonostante il momento difficile – è stato il commento di Filiberto Semenzin presidente del Centro servizi marmo di Volargne (Vr) – e questo grazie anche agli accordi sottoscritti con Veronafiere per creare sinergie con il mondo delle Piccole e Medie Imprese. Fare sistema, fare rete è l’unica via per tornare a svolgere il ruolo di protagonisti del made in Italy e le aspettative per Marmomacc sono molto positive.»

«Rappresento un settore che negli anni scorsi ha registrato cali di fatturato molto pesanti – ha detto Flavio Marabelli, presidente onorario di Confindustria Marmomacchine-, ma che per fortuna sta reagendo in modo positivo: se nel 2010 la crescita dell’export di macchine e tecnologie è stata tre volte quella dei marmi e delle pietre, nei primi 5 mesi di quest’anno le percentuali si sono uniformate ed entrambi i comparti hanno un andamento positivo tra il 12 e il 16%, a seconda dei prodotti. Il mondo del marmo è qui, a Verona, e abbiamo aspettative positive per la massiccia presenza di comparatori stranieri grazie ai quali le nostre aziende si tengono a galla, visto che il mercato interno è piuttosto debole.»

«Marmomacc per il mondo del marmo e della pietra – ha sottolineato Mauro Albano brand manager della manifestazione – non è solo la più importante vetrina commerciale del settore ma anche il più autorevole momento di confronto per la “cultura del marmo” con il coinvolgimento di alcuni dei più importanti architetti e designer a livello mondiale. Marmomacc è impegnata da anni a mettere in relazione il sistema produttivo con il mondo del design, un elemento che riveste nel nostro Paese un ruolo storico e trainante per il successo di una azienda, come valore aggiunto ed elemento competitivo che valorizza i nostri prodotti sui mercati intrenazionali».

Marmomacc si svolgerà dal 21 al 24 settembre nel quartiere fieristico di Verona, con orario dalle ore 9.30 alle 18.00. L’ingresso è a pagamento e riservato agli operatori professionali.

Sito ufficiale: <link=’http://www.marmomacc.it/it/marmomacc2011/pagina-principale’ class=’_blank’>www.marmomacc.it</link>

La Redazione