Cuore Chievo onlus, domani allo stadio si festeggia in in collegamento con la pediatria

cuore chievo onlus

L’iniziativa pre-partita per festeggiare l’obiettivo raggiunto di Cuore Chievo Onlus.

Domenica 14 aprile, in occasione della partita tra il ChievoVerona e il Napoli che si disputerà alle 18 allo stadio Bentegodi, sarà organizzato per la prima volta un collegamento audio-video tra il reparto di pediatria dell’Ospedale donna e bambino di Borgo Trento e lo stadio Bentegodi.

Così facendo ai bambini ricoverati al reparto di pediatria dell’Ospedale di Borgo Trento (dall’altra parte dello schermo ci saranno bambini tra gli 8 e i 10 anni) sarà consentito di: essere collegati con l’ingresso dei giocatori agli spogliatoi per salutare ed essere salutati da tutti i calciatori nel momento di arrivo delle due squadre, con la possibilità di scambiarsi i saluti e due parole prima che i giocatori entrino negli spogliatoi, essere collegati direttamente a bordo campo, per poter assistere a tutta la fase di riscaldamento pre-gara e avere ancora la possibilità di salutare quei giocatori che non scenderanno in campo dal primo minuto, vedere tramite il secondo tablet i due spogliatoi prima dell’arrivo delle squadre.

Grazie a questa iniziativa, i bambini ricoverati potranno vivere da protagonisti tutta l’atmosfera del pre-partita e salutare i calciatori che pochi minuti dopo si sfideranno in campo.

Il collegamento dallo stadio sarà sempre mantenuto in diretta grazie ai tecnici Cisco Systems, che tramite la connessione di Avelia, collegheranno due grandi monitor audio-video allo stadio, a un tablet presente in ospedale.

Il progetto “A scuola con Cuore Chievo

Il bambino in ospedale non può frequentare la scuola e quindi viene meno il processo di inclusione scolastica e di diritto all’apprendimento. L’obiettivo del progetto è favorire una connessione diretta tra la didattica eseguita a scuola e quella nell’azienda ospedaliera. Non volendo delocalizzare lo svolgimento delle attività didattiche con progetti occasionali e parziali, si sono creati elementi strutturali della didattica quotidiana su tavoli che hanno sostituito i banchi di scuola in aule attrezzate con piattaforma multimediale in videoconferenza, con pc collegati in rete, e con wood lab per gli atelier creativi legati all’uso del legno, arte e tecnologia.

Nello specifico, con i fondi raccolti CuoreChievo ha acquistato la seguente attrezzatura:

  • sistema Cisco Spark educational suite,
  • tablet per agevolare gli interventi didattici individualizzati per bambini,
  • kit/valigie tecnologiche.

I tre reparti dell’ospedale di Borgo Trento in cui è stata installata l’attrezzatura sono oncologia pediatrica, pediatria e fibrosi cistica. Attualmente questi sono i numeri dei bambini (tra scuola primaria e secondaria di primo grado) ricoverati in ospedale e che potenzialmente possono prendere parte al progetto “A scuola con Cuore Chievo”: 230 in day hospital, 412 tra i 2 e i 7 giorni, 41 tra gli 8 e i 15 giorni, 18 più di 15 giorni.

La foto di copertina si riferisce a un’iniziativa simile messa in atto durante una partita fra Barcellona e Lione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.