Css: ultimo appuntamento in casa, c’è Bogliasco

Css Verona pallanuoto team manager Giovannini

Altro appuntamento verso la salvezza per la Css contro la formazione ligure.

Ultimo appuntamento casalingo di questo campionato per la Css Verona. La diciassettesima giornata di A1 femminile di pallanuoto, in calendario il 27 aprile, vede il match della squadra delle Piscine Monte Bianco in anticipo questo weekend contro il Bogliasco Bene 1951. Si gioca domani, sabato 13 aprile, alle 13.45.

Si tratta di un match fondamentale per la formazione gialloblù, che con una vittoria sarebbe vicina alla permanenza in massima divisione anche per il campionato 2019-2020, a prescindere dai risultati delle gare che completeranno il turno. Css e Bogliasco sono attualmente appaiate in settima posizione con 16 punti, frutto di cinque vittorie ed un pareggio.

Per l’occasione parla Giulia Giovannini, che quest’anno ricopre il ruolo di team manager della prima squadra. «La sconfitta con la Florentia ha lasciato il rammarico, senza ombra di dubbio. Si poteva vincere, ci avrebbe fatti stare tutti un po’ più tranquilli. Vista la gara di andata, ci aspettavamo una bella rivincita, ma purtroppo lo sport è fatto anche di questo. In questi casi, con la consapevolezza di chi siamo, mi piace pensare come il coach Tony D’Amato in “Ogni maledetta domenica”, che dice: “Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo o saremo annientati individualmente, cosa vogliamo fare ragazze?”».

«La squadra in questa settimana ha lavorato molto – dice Giovannini in vista della gara di domani –, Zaccaria ha chiesto alle sue ragazze di concentrarsi sulle proprie capacità e lavorare sulla consapevolezza di quanto possono dare in vasca. La pressione c’è, ma penso sia normale, sono convinta che scenderanno in acqua con il cuore e con la voglia di dimostrare a tutti ma soprattutto a loro stesse che i sacrifici di un’intera stagione sono serviti a qualcosa. Dopodiché il campo dirà la sua. In vasca avranno e sentiranno il sostegno di tutti, società, amici, parenti e i loro fantastici supporter che non hanno mai mancato di cantare per loro».