Volontari dell’Esercito, oggi il giuramento alla Caserma Duca

Nella mattinata di oggi presso la Caserma “Duca” di Verona, davanti a oltre 2mila persone si è svolta la cerimonia del giuramento di fedeltà alla Repubblica dei 336 Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) dell’85° Reggimento Addestramento Volontari (RAV) “Verona”.

“Fino a ieri potevate solo dire di fare il soldato, ma da oggi, con il giuramento da voi appena prestato potete affermare di essere soldati” ha poi sottolineato il Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito Generale Giovanni Fungo, rivolgendosi ai giurandi.

“Siate consapevoli dei doveri e delle responsabilità che questo Giuramento comporta, onesti e leali con il vostro animo ed esigete sempre il massimo dalle vostre capacità, coscienti che la strada che avete intrapreso non è né comoda né semplice, ma potrà regalarvi soddisfazioni umane e professionali al di là di ogni aspettativa» così, nel suo intervento, il Comandante dell’85° RAV, Colonnello Gianluca Ficca.

La cerimonia, carica di emozione e significato, è stata condita dalla oramai consuetudinaria presenza di alcune classi di istituti scolastici primari del Veronese. I bambini, ricevuti sin dall’ingresso dai giovani soldati, hanno assistito con entusiasmo alla cerimonia.

La formazione dei Volontari dura 11 settimane, seguite dall’assegnazione ai Reparti Operativi o ai centri addestrativi di specialità, dislocati in tutta Italia. Due i moduli previsti, suddivisi per aree di formazione e valutazione: tecnico-professionale, fisico-sportiva e comportamentale- motivazionale.

Dal 1997 l’85° RAV è uno dei tre reggimenti dell’Esercito, l’unico dell’area del Nord Italia, che svolge il compito di addestrare i giovani VFP1, donne e uomini, che decidono di intraprendere la carriera militare formandone oltre 2.000 ogni anno.