Terrorismo; allerta sicurezza sul Garda

lago

In Prefettura si è riunito il Comitato per l’ordine e la sicurezza che ha predisposto un piano anti-terrorismo. Individuati i punti sensibili, soddisfatti i sindaci lacustri.

Allerta sicurezza contro il rischio terrorismo. Non solo a Verona, dove non si contano le misure preventive   in vista di settembre quando, tra i grandi concerti in Arena e il Festival Internazionale Tocati, sono previsti oltre un milione e mezzo di visitatori. Ma è stato predisposto un piano anti-terrorismo anche sul lago di Garda, dove il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica si è riunito ieri in Prefettura sotto il coordinamento del vice di Salvatore Mulas, Angelo Sidoti.

Un incontro di due ore alla presenza dei sindaci e consiglieri comunali di Torri, Peschiera, Garda, Bardolino, Castelnuovo, Lazise e Malcesine. Presenti anche i comandanti  delle stazioni  dell’Arma dei paesi lacustri e il comandante dei Carabinieri Ettore Bramato che ha illustrato gli obiettivi sensibili.  “Un lavoro di prevenzione molto apprezzato dai cittadini “ ha detto il questore di Verona Enzo Giuseppe Mangini, presente alla riunione.

Soddisfatti e tranquillizzati i sindaci, come ha spiegato Orietta Gaiulli, prima cittadina di Peschiera: “Sono stati individuati tutti i luoghi dove potrebbe avvenire un attacco degli estremisti dell’Islam nei sette centri lacustri”.

Tuttavia il Comitato non vuol sentire parlare di paesi blindati: “Resterà lo spazio per il passaggio dei turisti, olte che di auto per le emergenze sanitarie e le forze dell’ordine”.

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK: