Tecnoservice, ieri il deposito dei documenti in tribunale. A rischio i 94 dipendenti

Da 200 camion al giorno al fallimento. Sono ore di lacerante attesa per i dipendenti della Tecnoservice srl, la casa di spedizione veronese. Ieri il presidente (senza deleghe operative) Lorenzo Momigliano ha depositato in tribunale il ricorso per la dichiarazione di fallimento in proprio.

Durante l’incontro che è seguito con i rappresentanti sindacali delle sigle a tutela dei 94 lavoratori distribuiti negli stabilimenti di Verona, di Brescia e di Mantova, il presidente ha cercato una soluzione per i dipendenti che, da ieri, sono in ferie e a breve potrebbero andare in disoccupazione.

Lo scorso marzo la famiglia bresciana Provezza aveva ceduto il 50% della proprietà al colosso genovese Fratelli Cosulich, un’operazione che nelle previsioni avrebbe aumentato il fatturato da 30 a 50 milioni di euro l’anno. Poi il disinteresse verso i destini della società.

La parola adesso al curatore fallimentare, la cui nomina è attesa per la prossima settimana. Tra le ipotesi da discutere il licenziamento collettivo oppure la domanda per il fondo integrazione salariale previsto dal Jobs Act, dato che è escluso l’accesso alla cassa integrazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.