Spacciava droga all’Alterego a San Silvestro: arrestato

alterego

Si tratta di un giovane di 21 anni, di origine magrebina, che assieme ad un complice, poi scappato, era stato notato e braccato da un addetto alla sicurezza del locale. Per il giovane è scattato il divieto di dimora nel Comune di Verona in attesa del rinvio dell’udienza al 4 maggio 2018.

Spacciavano droga all’interno della discoteca Alterego di via Torricelle a Verona nella notte di San Silvestro. Ad accorgersi del comportamento sospetto di due giovani di origine magrebina era stato un addetto alla sicurezza del locale che, una volta avvicinatosi ai due ragazzi, era riuscito a fermarne uno nel tentativo di fuga riuscito, invece, al complice. Alle 2.00 circa sono intervenuti gli uomini della Questura di Verona che all’interno di una busta rinvenuta addosso al ragazzo hanno trovato circa 10 grammi di diversa sostanza stupefacente (anfetamina, eroina ed ecstasy) e, in un pacchetto di sigarette, un involucro contenente marijuana e dei foglietti di carta a quadretti presumibilmente utilizzati per confezionamento delle dosi.

Per Aymane Chef, marocchino del 97’, residente a Milano, è scattato l’arresto per il reato di illecita detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane, da successivi controlli, risultava essere già gravato da precedenti specifici per droga e per numerosi reati contro il patrimonio.

In sede di direttissima, dopo la convalida dell’arresto, il G.I.P. ha disposto questa mattina la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Verona nell’attesa del rinvio dell’udienza al 4 maggio 2018.

Il Questore di Verona, invece, ha applicato nei confronti dello straniero il provvedimento del foglio di via obbligatorio dal Comune di Verona con divieto di ritorno per tre anni, misura di prevenzione consistente in un ordine di ritorno nel Comune di dimora abituale e nel divieto di rientro, non prima del termine stabilito, nel Comune da cui il soggetto è allontanato.