Resistenza a pubblico ufficiale: due arresti nel weekend

Doppio arresto da parte dei Carabinieri della Compagnia di Villafranca di Verona in questo fine settimana. Il primo riguarda un cittadino marocchino di 26 anni, arrestato a Nogara poiché responsabile del reato di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale: gli uomini dell’Arma erano intervenuti per “sedare” una lite tra lui e la moglie. Nel tentativo di portare via il figlio minorenne, l’uomo ha strattonato la coniuge, così i Carabinieri sono accorsi in suo aiuto per bloccarlo. Una volta immobilizzato, il giovane è stato accompagnato in caserma per gli atti di rito e trattenuto presso le camere di sicurezza fino a questa mattina, giorno fissato per il rito direttissimo di fronte all’Autorità giudiziaria veronese.

Il secondo episodio di prevaricazione è avvenuto a Villafranca, ove all’interno del castello scaligero era in corso un evento musicale. Un giovane cittadino di origine russa e residente nel piemontese ha tentato più volte di scavalcare le transenne della sicurezza per accedere al concerto. A seguito dell’intervento degli addetti alla sicurezza, sono arrivati anche i Carabinieri che hanno cercato di riportarlo alla calma. Ma l’uomo ha opposto resistenza e indirizzato nei loro confronti frasi ingiuriose, motivo per il quale i militari dell’Arma si sono visti costretti a portarlo in caserma. Eseguite le formalità di rito è stato denunciato a piede libero per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale.