Potere al Popolo denuncia lo stato della sanità veneta

zaia pfas

Le dichiarazioni di Potere al Popolo – Verona in merito alle recenti notizie sul peggioramento delle condizioni del sistema sanitario regionale.

Il quadro della sanità veneta, denuncia Potere al Popolo, è ben diverso da quello che la giunta Zaia promuove. Il Veneto è lontano dall’essere un buon modello di gestione della cosa pubblicaLo testimoniano i sindacati e lo possono constatare tutti i cittadini che frequentano gli ospedali come pazienti o lavoratori.

Tagli ai posti letto pubblici, riduzione dei fondi per i servizi psichiatrici territoriali, completa assenza di provvedimenti seri per risolvere problemi comuni come la maxi affluenza nei pronti soccorsi. Sono questi gli scenari che, precisano da Potere al Popolo, vengono fatti presente da anni da sindacati e forze di opposizione.

Le ultime politiche dell’assessore Coletto, secondo Potere al Popolo, stanno peggiorando la situazione: si è passati da uno smantellamento della sanità pubblica ad un vero e proprio finanziamento pubblico ai privati. Non può essere questo il modello a cui aspira Zaia per il Veneto.

Potere al Popolo si associa alle critiche e esprime solidarietà per i lavoratori del settore, auspicando l’uscita del privato dalla sanità e sostenendo interventi come l’eliminazione dei ticket sulle prestazioni sanitarie e il taglio drastico dei tempi di attesa.