Pesci morti nel Lago di Garda, l’intervento di Arpav

Nel pomeriggio di domenica 2 giugno una squadra di Arpa Veneto è intervenuta a Peschiera del Garda, dove i cittadini avevano segnalato una moria di pesci. Probabili cause naturali, ma sono in corso ulteriori accertamenti.

Gli esperti dell’agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpav) hanno effettuato un sopralluogo lungo il fiume Mincio, a Peschiera del Garda, per verificare l’origine della moria di pesci segnalata da cittadini e dai colleghi di Arpa Mantova. I tecnici hanno rilevato la presenza di numerosi esemplari di pesci adulti morti.

Dalle osservazioni si ritiene che il fenomeno sia di origine naturale, legato alla fine del ciclo riproduttivo delle specie ittiche. Sono in corso ulteriori accertamenti biologici.

L’alto livello del lago di Garda ha concentrato la presenza dei pesci morti nell’emissario, in zone di risacca e in corrispondenza di canneti. Sono stati segnalati altri fenomeni analoghi a Cisano e Bardolino. ARPAV ha informato il Comune di Peschiera, che provvederà alla rimozione.