Peschiera e Bussolengo, 6 arresti fra sabato e lunedì

Arrestate sei persone e denunciato a piede libero un minore. È il bilancio delle due operazioni eseguite dai carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda tra il 2 e il 4 febbraio. Nel pomeriggio di sabato la benemerita è intervenuta per sedare una rissa nel supermercato Auchan, scatenata dal tentativo di fuga di 4 rapinatori (tra i quali un 16enne) dopo una sventata rapina.

I due addetti alla vigilanza sono stati portati al pronto soccorso di Bussolengo con una prognosi di 15 e 10 giorni rispettivamente. Domiciliari nel bresciano e obbligo di presentazione quotidiana per i tre kossovari maggiorenni. Il minore è stato deferito al giudice minorile e affidato ad un parente.

Lunedì 4 febbraio si è conclusa con l’arresto di tre rumeni l’indagine dei carabinieri della Compagnia di Peschiera Del Garda su alcuni furti di alcolici di valore nei supermercati. L’operazione è iniziata sulla base di una segnalazione del comportamento sospetto dei tre all’interno di un residence di Peschiera del Garda.

Ogni giorno i tre uscivano al mattino con una vettura presa a noleggio carica di scatoloni destinati forse alla vendita all’estero, rientrando a sera carichi di borse della spesa colme di bottiglie. In parallelo i carabinieri avevano ricevuto la segnalazione dei responsabili della vigilanza dei supermercati Migross sugli ammanchi di alcolici da alcuni punti vendita.

Gli appostamenti hanno confermato che i tre toccavano regolarmente diverse province di Veneto, Lombardia e Trentino, con tappe costanti nei pressi di supermercati durante le quali sottraevano alcolici dai locali commerciali. Uno dei tre fungeva da palo mentre i complici spostavano gli alcolici in reparti poco frequentati dei punti vendita e rimuovevano l’antitaccheggio. Nascondendo poi le bottiglie in un apposito corpetto per guadagnare l’uscita.

Compreso quindi il funzionamento del piano, i carabinieri hanno seguito i malviventi fino al parcheggio del supermercato “De Beni” di Costermano, aspettando che uscissero dal supermarket con la refurtiva. Il bottino consisteva in 23 bottiglie di alcolici per un valore di circa 600 euro. Nel residence è stata trovata merce per un totale di circa 4000 euro. I tre arrestati sono comparsi davanti al giudice di Verona, lasciando subito dopo la provincia.