Manuel Scalzotto è il nuovo presidente della Provincia di Verona

New call-to-action

Concluso da pochi minuti lo spoglio dei voti. Non ci sono ancora le percentuali definitive, ma il sindaco leghista di Cologna Veneta l’ha spuntata sull’avversario Arturo Alberti , sindaco di Grezzana, grazie al sistema proporzionale. Scalzotto, infatti, ha ottenuto 491 voti contro i 556 di Alberti: meno preferenze, ma da consiglieri che “contano di più”. Il sistema di voto è quello “ponderato”, ovvero la preferenza espressa da ogni singolo consigliere e sindaco ha un peso differente in relazione al numero di abitanti del Comune in cui si amministra.

Nato a Montecchio Maggiore il 24 ottobre 1970, Scalzotto è laureato in Economia e commercio a Parma. Ha uno studio di consulenza fiscale in centro paese ed è un grande tifoso dell’Hellas Verona.

Il nome del primo cittadino di Cologna Veneta, sulla base della prima indicazione della Lega e nell’ambito di un ampio progetto di centrodestra, ha trovato sostegno di altre forze politiche del territorio: oltre alla Lega stessa, Battiti, Fratelli d’Italia, Verona Domani e Associazione del Buon Governo.

Alberti invece, 58 anni, sindaco di Grezzana e già presidente di Apindustria Verona, si è candidato in veste civica, senza partiti di riferimento. Al suo fianco si era presentata una frangia di Forza Italia rappresentata dal primo cittadino di Garda, Davide Bendinelli, ma a lui hanno fatto riferimento anche tosiani e democratici.

A votare oggi sono stati 1.313 tra sindaci e consiglieri comunali. Scalzotto resterà in carica per 4 anni, oppure decadrà automaticamente se dovesse cessare il suo mandato di sindaco. Per quanto riguarda il Consiglio provinciale invece, il rinnovo è previsto per le prime settimane del 2019: in questo la carica degli eletti durerà 2 anni.

Tra i primi messaggi di congratulazioni al neo presidente Scalzotto, quelli dell’assessore regionale Luca Coletto: “Complimenti e buon lavoro! So per certo che non mancherai di tenacia e determinazione nel portare avanti progetti e sfide per il nostro territorio e nel coordinare tutti i 98 comuni del veronese!”.

Alle parole di Coletto si sono aggiunte quelle di un altro leghista, l’on. Paolo Paternoster: “Da oggi si apre una nuova pagina nella provincia di Verona. Un ringraziamento a tutti i Sindaci e a tutti i Consiglieri Comunali che hanno creduto nel nostro progetto, che sarà portato avanti da Manuel Scalzotto che sarà il Presidente di tutti i 98 Comuni della nostra splendida Provincia”.