La biblioteca intitolata a Davide Caprioli entra nel sistema bibliotecario comunale

Questa mattina la presentazione dell’accordo tra l’Istituto Comprensivo “Stadio-Borgo Milano” e la Giunta Comunale con cui la biblioteca intitolata alla memoria di Davide Caprioli verrà accorpata al sistema bibliotecario comunale, portando a 13 le sedi distribuite sul territorio veronese. Una speciale sinergia, iniziata dieci anni fa,  tra mondo scolastico e amministrazione pubblica per offrire un servizio bibliotecario moderno ed efficiente sia agli studenti che ai 60 mila residenti della 3° circoscrizione.

Dal 1° settembre quindi una doppia utenza potrà accedere al servizio: le mattine dal lunedì al venerdì saranno riservata agli studenti della scuola, i pomeriggi dalle 14:30 fino alle 18:30 e il sabato mattina dalle 9 alle 13 la biblioteca sarà aperta alla cittadinanza. L’ingresso della struttura scolastica nel Sistema Bibliotecario comunale assicurerà il servizio professionale di acquisto e catalogazione dei libri. Un bibliotecario esperto sarà presente per la necessaria consulenza.

Presenti l‘assessore alla Cultura Francesca Briani, l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Zanotto e il dirigente del Sistema bibliotecario comunale Alberto Raise. Presente anche Maria Cristina Caprioli, sorella di Davide, promotrice di iniziative per commemorare il fratello scomparso a soli vent’anni nella strage di Bologna del 2 agosto 1980 mentre tornava dalle vacanze, unica vittima veronese rimasta coinvolta nell’attentato. Tra gli oggetti conservati nella biblioteca della scuola dove studiò il giovane, la chitarra recuperata dalle prove processuali, la lettera dell’ufficio stampa del presidente Giorgio Napolitano , articoli di giornale a lui dedicati.

“Dopo l’estate questi scaffali saranno arricchiti di nuovi testi, libri forniti dal sistema bibliotecario del Comune che gestisce gli altri 12 punti di lettura presenti sul territorio – ha detto l’assessore Briani . Borgo Milano è senza dubbio una delle zone più popolose di Verona, era doveroso sopperire a questa mancanza, visto anche l’alto gradimento che le biblioteche comunali registrano in ciascun quartiere. Ci tengo a sottolineare che il nuovo servizio resterà intitolato a Davide Caprioli, non solo perché il giovane veronese aveva studiato proprio in questa scuola, ma anche per tenere vivo il suo ricordo a cominciare dai giovani”.

“Sono davvero orgoglioso di questo risultato – ha aggiunto l’assessore Zanotto – un traguardo atteso da tempo, visto che questo era l’unico quartiere senza un spazio bibliotecario pubblico. Ricordo bene quando si decise di aprire la biblioteca scolastica, un luogo per contribuire alla crescita dei ragazzi. Un servizio portato avanti da cittadini volontari, che ringrazio per l’insostituibile supporto. Durante l’estate saranno effettuati minimi interventi necessari per distinguere l’accesso alla scuola da quello del pubblico, dopodiché la nuova biblioteca potrà entrare in funzione”.

Dal sito www.davidecaprioli.it è possibile vedere l’instancabile attività di Cristina, promotrice di iniziative e intitolazioni per tenere vivo il ricordo del fratello, ma sopratutto la ricerca della verità che ancora non si trova. La via, il parco, l’aula magna del liceo Fracastoro, la staffetta “2 agosto per non dimenticare”, promossa dall’Associazione dei familiari delle vittime della strage di Bologna che si tiene ogni anno con 11 staffette da tutta Italia per arrivare in Piazza Medaglie d’Oro. Tutto nel nome della verità. E di Davide.

 

.