Verona, festa nazionale per il Pd. Prevista una pastasciutta antifascista

Da sinistra: Silvano Pighi, Elisa Dalle Pezze, Giuseppe Mazza, Orietta Castellani, Diego Zardini, Elisa La Paglia.

Il 24 luglio si alza il sipario della tradizionale festa del Pd di Quinzano che, quest’anno, avrà una valenza nazionale. Insieme ad altre nove città italiane, anche Verona ospiterà esponenti di spicco del partito democratico per affrontare il tema assegnato alla città scaligera: l’Europa.

Attesa per l’arrivo del neo segretario nazionale Maurizio Martina, previsto per domenica 29 luglio. E, vista l’importanza di questa edizione, la manifestazione è stata allungata di due date per un totale di tredici giorni. Tra gli appuntamenti significativi anche la “pastasciutta antifascista” programmata per il 25 luglio. Una data non scelta a caso in quanto cade nel 75esimo dalla caduta del regime fascista che, nel 1943, fu festeggiata dalla famiglia Cervi (residente a Campegine, Reggio Emilia) insieme ad altre famiglie del paese, con la preparazione di una pastasciutta che portarono in piazza. Questa ricorrenza fu ripresa solo vent’anni fa dall’Istituto Cervi divenendo ben presto un appuntamento per altre località, tra cui Verona.

Entusiasmo e voglia di fare sono le parole chiave che contraddistinguono gli oltre cento volontari provenienti dall’intera provincia, afferma il segretario del partito nella seconda circoscrizione Giuseppe Mazza: «Si sente dire che il Pd è morto. Invito chi lo pensa a venire alla festa per vedere cosa fanno i militanti per il partito».

Oltre al tema dell’Europa vista come «opportunità» saranno trattati temi di valenza territoriale con i parlamentari veronesi Vincenzo D’Arienzo, Gianni Dal Moro, Alessia Rotta e Diego Zardini. Gli ospiti di spicco saranno, oltre al segretario Martina, il capogruppo alla Camera Graziano Delrio, l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti, l’ex ministro della Difesa Roberta Pinotti e l’eurodeputato Damiano Zoffoli. Una serata sarà dedicata al futuro della classe dirigente del partito a cui parteciperanno Lia Quartapelle, capogruppo Pd in Commissione Esteri della Camera, rappresentanti di associazioni e fondazioni di stampo progressista. L’incontro è organizzato insieme all’associazione EuDem.

Come sempre, non mancheranno musica dal vivo e stand gastronomici che propongono piatti locali e a base di pesce. Novità di quest’anno è l’angolo stuzzicheria con piadine, gnocco fritto e tanto altro. Le cucine saranno aperte anche in caso di maltempo in quanto la festa è attrezzata con posti al coperto.

L’appuntamento è nell’area verde di fronte alle piscine Santini dal 24 luglio al 5 agosto.