Ex caserma Riva di Villasanta, scoperto dormitorio abusivo

Una dozzina di giacigli usati di recente da senza fissa dimora. È quello che hanno scoperto, durante il blitz di questa mattina, gli agenti e gli ufficiali della Polizia municipale dentro l’ex caserma Riva di Villasanta.

Nel grande immobile di via Torretta 3, gli uomini della Polizia municipale sono intervenuti per un sopralluogo di bonifica, a seguito di segnalazioni che indicavano la presenza di senza fissa dimora all’interno. In questo caso, hanno trovato un maxi dormitorio, ma al momento dei controlli, nessuno estraneo si trovava nell’ex area militare. I giacigli sono stati individuati nei piani superiori dell’edificio, nel lato sud ed est del corpo di fabbrica della vecchia struttura militare.

[pantheon_gallery id=”67571″][/pantheon_gallery]

Il blitz di questa mattina non è il primo intervento che gli agenti portano a termine, all’interno dell’ex caserma. In quelli precedenti, erano stati trovati dentro gli edifici una decina di stranieri che, per questo, erano stati denunciati. L’anno scorso, al termine dell’ultima operazione, tutti gli accessi erano stati chiusi con lucchetti e saldature delle entrate.

Nonostante queste misure, qualcuno è riuscito, comunque, a introdursi dentro, rompendo una vecchia inferriata, adiacente l’ingresso carraio di via Torretta. L’intera area versa in pessime condizioni, sia dal punto di vista strutturale che igienico: per questo, la proprietà, ha richiesto l’intervento di Amia per provvedere alla igienizzazione ed allo sgombero dei giacigli. Dopodiché si è provveduto alla chiusura dei nuovi varchi aperti di recente.

“Ringrazio i cittadini per le segnalazioni che ci hanno fatto pervenire – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – perché hanno capito che la sicurezza è un tema che riguarda tutti e che nasce dalla collaborazione con i residenti. Questo intervento dimostra che siamo pronti a agire a tutela dei veronesi e che non possono esistere zone franche e fuori dalle regole. La nostra attenzione è massima e di certo, su questo punto, non abbasseremo mai la guardia”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.