Controlli mirati della Polizia, arrestati due spacciatori

Polizia

Prosegue la strategia di sicurezza messa a punto dalla Polizia di Stato, con specifici servizi ad alto impatto sul territorio della città scaligera, per prevenire e contrastare ogni forma di illegalità.

La sere del 10 e dell’11 gennaio, infatti, fino a notte inoltrata, sono stati effettuati servizi mirati di controllo straordinario del territorio che hanno interessato l’area della Stazione di Verona Porta Nuova, il quartiere Veronetta ed i quadranti Borgo Roma e Borgo Milano.

Gli agenti delle Volanti, della Squadra Mobile e della Polizia Amministrativa, unitamente a diverse pattuglie dei Reparti di Prevenzione Crimine del Veneto, hanno identificato 123 persone, di cui 58 gravate da precedenti di polizia e penali, ed accompagnato per finalità identificative 6 extracomunitari, di cui due, a seguito degli accertamenti esperiti, sono stati denunciati per non aver ottemperato all’ordine di allontanamento dal territorio nazionale da parte del Questore di Verona.

Nelle more dei controlli presso l’area della Stazione, gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto due stranieri con l’accusa di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

Si tratta di un cittadino senegalese e di un gambiano, già segnalati alla Polizia come personaggi dediti all’attività di spaccio.

Durante il controllo il senegalese, 19enne, richiedente asilo, è stato trovato in possesso di ben 11 dosi di stupefacente, pari al peso complessivo di 19 grammi di marjuana, e la somma di 1.000 euro ripartita in banconote da 20 euro. Il cittadino del Gambia, invece, 27enne, censurato per reati contro il patrimonio e attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G., sprovvisto di regolare permesso di soggiorno, è stato trovato in possesso di nr.2 involucri di stupefacente del tipo marjuana, pari al peso di 15 grammi.

Entrambi sono stati associati presso la camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo svoltosi nella mattinata odierna.

Il G.I.P., dopo la convalida della misura precautelare, ha condannato entrambi con rito abbreviato a 9 mesi di reclusione e 1.000 euro di multa, sospendendo condizionalmente la pena.

Il servizio straordinario di controllo del territorio ha interessato anche 6 esercizi pubblici situati nei quartieri cittadini di Borgo Milano, Borgo Roma e Veronetta. Gli agenti della Polizia Amministrativa hanno accertato diversi tipi di violazioni che saranno oggetto di apposita contestazione e notifica nei giorni a seguire e che ammontano a circa 6.000 euro.