Carcere Belluno, tredici cellulari detenuti illecitamente

Sono in corso le indagini per valutare l’entità dell’infrazione

Ben tredici telefoni cellulari della più svariata foggia e natura sono stati scoperti all’interno del carcere Baldenich di Belluno. I telefonini sono stati trovati grazie a un sistema di triangolazioni, nascosti all’interno di muri, suppellettili ed addirittura infilati in saponette.  Secondo l’inchiesta i telefonini venivano usati dai carcerati per parlare con amici e parenti, che provvedevano alle ricariche delle schede, scavalcando così la sorveglianza. La scoperta è stata fatta casualmente quando lo scorso Natale un sms di auguri inviato dal carcere è giunto a un destinatario sbagliato, estraneo alla persona che lo aveva mandato. Questi si è rivolto ai carabinieri che hanno avviato gli accertamenti.  Sono in corso le indagini per risalire alle varie telefonate effettuate incrociando numeri e per valutare l’entità degli illeciti. (Ansa)