Atto intimidatorio in Sicilia per una candidata di 10 Volte Meglio

Vile gesto in Sicilia nei confronti dell’avvocato Daniela La Runa, presidente della Rete Centri antiviolenza di Siracusa e candidata alle prossimi elezioni politiche con la lista 10 Volte Meglio fondata dal veronese Andrea Dusi.

Tre giorni fa, l’auto della professionista siciliana è stata data alle fiamme andando completamente distrutta. Numerosi i messaggi di solidarietà e di sostegno. Ieri sera è stata organizzata anche una fiaccolata accompagnata da cartelli con la scritta #IoNonHoPaura.

Stasera voglio ringraziare tutti coloro che mi sono vicini e che in questi giorni stanno esprimendo la propria solidarietà per il vile attacco che ho subito” ha commentato La Runa – Stasera sono stata circondata da belle persone che hanno camminato al mio fianco. Ho ricevuto centinaia di telefonate e di messaggi e attestazioni di solidarietà. Grazie a tutti perché così mi rendete più forte. Io non sono sola!

Tra i messaggi arrivati all’avvocato siciliano c’è anche quello di Andrea Dusi, fondatore e presidente di 10 Volte Meglio, lista che vede candidata il prossimo 4 marzo alle politiche anche La Runa.

Oggi è una giornata dove sono particolarmente triste. E realmente incazzato. #10voltemeglio è nato come qualcosa di bello, un viaggio fatto da belle persone, oneste e competenti, che ci credono e sentono la “chiamata” per mettersi a disposizione del Paese. Per cambiarlo radicalmente. – ha commentato sul proprio profilo Facebook l’imprenditore veronese – Ieri purtroppo qualcosa che non doveva succedere è successo. Chi cerchiamo di combattere ha reagito, con una vile aggressione e gesto di intimidazione al nostro Gruppo Politico, prendendo di mira la nostra straordinaria Daniela La Runa alla quale hanno dato fuoco alla macchina. Ci dispiace molto per Daniela. Oggi l’Italia è anche questo, quando una donna coraggiosa e capace del Sud vuole migliorare la sua Terra e il suo Paese. E agli infami (questi e quelli che ci hanno fatto mille sgambetti durante la raccolta firme) dico: non ci fermerete. L’Italia la cambieremo. Siamo in troppi, ci crediamo e il tempo è dalla nostra parte. Dalla parte di chi vuole un Paese #10voltemeglio”.