Covid-19: all’Ospedale di Bovolone attivati 28 posti letto

All'Ospedale San Biagio di Bovolone è stata attivata l’accoglienza dei pazienti positivi al Covid-19 provenienti dalle strutture ospedaliere e dal territorio.

Covid tamponi
Foto d'archivio.


L’Azienda Ulss 9 Scaligera informa che, nell’ambito della riorganizzazione in atto secondo le linee guida del “Piano Emergenza Autunno” della Regione Veneto, al 3° piano (ex Riabilitazione) dell’Ospedale San Biagio di Bovolone è stato attivato l’Ospedale di Comunità dedicato all’accoglienza dei pazienti positivi al Covid-19 provenienti dalle strutture ospedaliere e dal territorio.

LEGGI ANCHE: Girardi (Ulss 9): «Ospedali in difficoltà, ma la gente continua a girare»

La capacità recettiva iniziale dell’Ospedale di Comunità di Bovolone è di 28 posti letto. Il nuovo Ospedale di Comunità destinato a pazienti Covid positivi va ad aggiungersi a quelli già attivati nell’ambito territoriale dell’Ulss 9 all’ospedale Orlandi di Bussolengo, con 36 posti letto, all’ospedale di San Bonifacio, con 12 posti letto che verranno portati nei prossimi giorni a 18, oltre che all’Ospedale Pederzoli di Peschiera del Garda, con 24 posti letto.

LEGGI ANCHE: Zaia: «Un terzo dei pazienti ricoverati in Veneto è per Covid»