Corso Cavour, domani apre il cantiere di Acque Veronesi

Il cantiere, senza intoppi, durerà circa sei mesi. Sul fronte della viabilità non sono previste grosse criticità. L’impatto dei lavori è stato analizzato in un vertice che si è svolto a Palazzo Barbieri.

Tubature che saranno posizionate da Acque Veronesi
Tubature che saranno posizionate da Acque Veronesi

Proseguono nel Comune di Verona gli interventi Vaia, finanziati dalla Regione Veneto a seguito del maltempo che ha colpito il territorio Veneto dal 27 ottobre al 5 novembre 2018. Dopo viale Colombo, via Chioda e via da Legnago a Montorio (che è anche il primo dei lavori conclusi), martedì 6 aprile apre il cantiere di Corso Cavour. L’intervento si dividerà in due fasi: nella prima verrà risagomato il nodo idraulico esistente, nella seconda verrà realizzato il nuovo sfioratore in Adige in Riva San Lorenzo.

Cantiere Vaia di Acque Veronesi in via Chioda in ZAI a Verona

Si tratta di adeguamenti necessari su un tratto di rete notoriamente critico. Lo sfioratore avrà una capacità di scarico a gravità superiore ai mille litri al secondo. In caso di piene del fiume il collegamento verrà chiuso ma si attiverà l’impianto di sollevamento che garantirà comunque una capacità di scarico di cinquecento litri al secondo.

L’obbiettivo dei cantieri Vaia, finanziati con 5 milioni di euro dalla Regione – soldi intercettati grazie alla capacità tecnica e organizzativa di Acque Veronesi, è quello di contrastare al massimo gli effetti pericolosi dei cambiamenti climatici che sempre più frequentemente provocano eventi molto impattanti che investono le città, creando gravi problemi anche sulla rete delle acque piovane. Da qui la necessità di intervenire sulle reti bianche comunali, con dimensionamenti molto maggiori rispetto a quando sono state create.

Costo complessivo dell’intervento mezzo milione di euro. Diverse le tempistiche: per la prima fase sono previsti circa due mesi. Per la seconda, in avvio nelle prossime settimane, i tempi previsti sono di circa quattro mesi. Durate che potrebbero però allungarsi in caso di ritrovamenti archeologici.

Sul fronte della viabilità non sono previste grosse criticità. L’impatto dei cantieri è stato analizzato in un vertice che si è svolto a Palazzo Barbieri e che ha coinvolto Comune di Verona, Polizia Municipale e Acque Veronesi.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM