Cori nazi, la mozione oggi in Consiglio

Annunciato, promesso e mantenuto, oggi arriva tra i banchi di Palazzo Barbieri lo sdegno del consigliere Michele Bertucco “per quei cori infamanti”, che il primo luglio hanno avvolto lo stadio Bentegodi.

 

«Non si tratta di una goliardata». Ci sono scherzi che non possono essere semplicemente rinchiusi nel perimetro del cattivo gusto. Ne è certo Michele Bertucco pronto da giorni a dare battaglia. Dopo le parole dolci indirizzate a Hitler dal coordinatore per il Nord Italia di Forza Nuova Luca Castellini con tanto di risposta dei tifosi che intonavano un «Siamo una squadra fantastica, fatta a forma di svastica».

Video cliccatissimo, pubblicato dapprima su una pagina Facebook, che ha poi frastornato l’etere del web. A stretto giro i ritornelli dedicati al Führer sono finiti nelle mani della Digos, con tanto di indagine della Procura. Immediato il netto monito della presidente dell’Ucei e l’allarme della comunità ebraica di Verona. Da lì iniziava un altro coro, questa volta, della condanna. Sulla vicenda era intervenuto con toni accesi anche il vescovo Zenti: «Serve fermezza ».

Anche il sindaco Sboarina si è espresso «È da condannare qualsiasi azione che inneggi a Hitler, come a qualsiasi totalitarismo che abbia causato milioni di morti innocenti […] Proprio per questo, merita focalizzare l’attenzione sulla cronaca, che ci riporta di un caso singolo messo in moto a tarda notte probabilmente da qualche bicchiere di troppo» ha precisato il primo cittadino da sempre con il cuore gialloblù. Dello stesso avviso la nota del club che si è dissociato dalla festa della Curva Sud, autogestita e non sotto il controllo diretto della società.

Nel frastuono delle polemiche un silenzio ha risuonato più di tanti proclami, quello dell’associazione culturale Verona Walls che avrebbe organizzato la festa al Bentegodi. Scuse dovute e mai pervenute secondo Bertucco che con la mozione invoca la sospensione permanente di ogni patrocinio comunale e contributo economico da parte delle aziende partecipate all’associazione, colpevole di non aver mai preso in maniera chiara le distanze dall’accaduto.

 

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK