Convegno Anpi su Foibe. Sboarina: “Versione riduzionista”

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina

Polemiche da parte del sindaco Sboarina sull’incontro organizzato per domani da Anpi Verona sulle Foibe. Un evento che, secondo il primo cittadino, potrebbe risultare giustificazionista.

Si intitola Foibe: l’importanza di un’analisi approfondita sul confine italo-sloveno il convegno organizzato da Anpi Verona e previsto per domani alle 18.30 nella sede dell’Associazione in via Cantarane. Un incontro che segue il Giorno del Ricordo e sul quale è intervenuto il sindaco di Verona, Federico Sboarina che ha definito l’incontro “riduzionista”: “Come hanno già fatto altre sezioni Anpi, adesso anche quella di Verona interviene sulle foibe. E lo fa con un convegno che domani darebbe una versione riduzionista e giustificazionista della tragedia italiana ai nostri confini orientali. Se così fosse, sarebbe un’operazione inaccettabile che non ha nulla del confronto e della ricostruzione storica, ma è solo una mossa per sporcare le celebrazioni del ‘Giorno del Ricordo’. Inaccettabile proprio perché non rispetta i morti e gli esuli istriani e giuliani, ma non rispetterebbe nemmeno le parole di Mattarella che ha parlato di ‘capitolo buio della storia nazionale e internazionale … e di braccio violento del regime comunista”.

“Mentre tutto il paese commemora le vittime, a Verona si vorrebbe dare fiato a posizioni e pubblicazioni pretestuose. – conclude Sboarina – Se l’incontro si dovesse tenere in questi termini, valuterò la congruità della permanenza in uno spazio comunale di una associazione come l’Anpi, che utilizzerebbe il sostegno pubblico per propagandare messaggi contrari alle legge e alla pacificazione nazionale”.