Controlli sul territorio, due arresti e tre denunce

Arrestati un 29enne responsabile di reiterate violazioni dell'obbligo di firma e una 31enne trovata in stazione con un chilo di marijuana. Altre tre persone sono state, invece, denunciate per furto, violazioni delle misure di sicurezza e violazione dell'ordine di allontanamento dal territorio italiano.

carabinieri arresti

È il risultato di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Verona e finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere.

Il Nucleo Operativo Radiomobile Verona, nel corso di tale attività, ha arrestato e portato in carcere a Montorio un 29enne, cittadino moldavo pregiudicato, in esecuzione di ordine di custodia cautelare. L’uomo era responsabile di reiterate violazioni dell’obbligo di firma durante la quale ha commesso altri furti.

Nei pressi della Stazione di Porta Vescovo, invece, i carabinieri hanno arrestato una 31enne, nigeriana, incensurata, trovata con una borsa di derrate alimentari fra cui 1 kg di cannabis pronta per essere immessa nel mercato Veronese. Trattenuta in camera di sicurezza e giudicata con rito direttissimo, nella mattinata odierna è stato convalidato l’arresto e disposta la misura cautelare in carcere. Rinvio del processo al 23 settembre.

Nel medesimo contesto sono state denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria veronese tre persone ritenute responsabili di diversi reati: uno per furto di liquori, uno per violazione delle prescrizioni derivanti dalle rispettive misure di sicurezza cui era sottoposto e un immigrato espulso risultato inadempiente all’ordine di allontanamento.