Controlli straordinari della Polizia: identificate 66 persone

Servizio di controllo straordinario a Verona da parte della Polizia di Stato nella serata di ieri. Nel mirino le zone colpite da maggior degrado urbano. Le operazioni hanno portato all’identificazione di 66 persone di cui 51 extracomunitari e 31 pregiudicati. Dai controlli nei locali sono emerse anche alcune violazioni amministrative per un totale di 10.000 euro.

Controlli a tappeto, ieri, da parte della Polizia di Stato che dalle 18 fino a tarda notte, ha setacciato alcune aree di maggior degrado urbano ed esercizi pubblici di Verona frequentati da pregiudicati per la prevenzione e la sicurezza pubblica.

Le zone interessate sono state, in particolare, le stazioni ferroviarie di Porta Nuova e Porta Vescovo, ma gli accertamenti sono stati estesi anche ad alcuni locali di Borgo Milano, Borgo Roma e Borgo Trento. Le attività di controllo, svolte dai poliziotti della Squadra Volante, della Polizia Amministrativa, e del Reparto prevenzione crimine, coadiuvati da un’unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza di Villafranca, hanno portato all’identificazione di 66 persone.

Tra gli individui fermati, 51 sono extracomunitari e 31 pregiudicati. Nel corso della serata sono stati accompagnati in questura due uomini di origine marocchina, tre nigeriani e un ghanese per effettuarne l’identificazione e notificare alcuni rintracci. Stamattina i sei stranieri sono stati messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Verona per regolarizzare la loro posizione sul territorio nazionale.

Dai controlli nei locali sono emerse anche alcune violazioni di tipo amministrativo, per un totale di 10.000 euro, e in Piazzale XXV Aprile è stato, invece, sanzionato un uomo di origini marocchine, S.B., per possesso di tre grammi di hashish.