Controlli in stazione: denunciate cinque persone

I controlli sono stati effettuati anche nelle stazioni e negli scali ferroviari di Porta Vescovo e San Bonifacio. Identificate, in totale, 200 persone.

In turno con la Polfer

Nell’ambito dei controlli straordinari disposti dal Ministero dell’Interno, le principali stazioni ferroviarie del Compartimento Polizia Ferroviaria “per Verona ed il Trentino Alto Adige” sono state nuovamente controllate “a tappeto”.

Il servizio ha impegnato più di trenta poliziotti che hanno operato con al fianco due cani della Guardia di Finanza dell’Aeroporto di Villafranca e di Bolzano specializzati nella ricerca di stupefacenti. L’attività ha consentito di identificare circa 200 persone e di denunciarne 5 all’Autorità Giudiziaria. Quattro di queste, tutte di nazionalità marocchina, sono state trovate presso la stazione di Verona Porta Nuova e denunciate per il reato di clandestinità, mentre un altro ragazzo, minorenne, è stato trovato, dagli agenti di Bolzano, in possesso di marijuana e denunciato per spaccio.

Sanzioni amministrative sono, invece, scattate nei confronti di due cittadini italiani, fermati rispettivamente a Verona P.N. e Bolzano, che detenevano la droga per uso personale; entrambi dovranno risponderne al Prefetto.

I controlli sono stati svolti in tutti i punti ritenuti più critici e nelle aree di maggiore affollamento delle stazioni principali, ed estesi anche al deposito bagagli di Verona P.N. e a bordo dei treni in fermata. Il monitoraggio ininterrotto del flusso dei viaggiatori in arrivo e partenza dallo scalo ferroviario, ha consentito di effettuare controlli a campione su persone e bagagli. L’attenzione della Polizia Ferroviaria ha interessato non solo la città ma anche la provincia veronese: i controlli sono stati effettuati, infatti, anche nelle stazioni e negli scali ferroviari di Porta Vescovo e San Bonifacio.