Continuano le tensioni nel Governo

Tensioni governo movimento 5 stelle di maio grillo
Luigi Di Maio (C) con Beppe Grillo (S) e Davide Casaleggio (D) durante la presentazione dei simboli elettorali al Viminale, Roma, 19 gennaio 2018. ANSA/ANGELO CARCONI

Ancora dichiarazioni al veleno ieri da parte dei membri del Governo, nel quadro di tensione fra alleati della Lega e del Movimento 5 Stelle.

«Io sono abituato a non abbandonare mai gli uomini con cui si è fatto un pezzo di strada insieme, e questo vale a livello locale come a livello nazionale». Lo ha detto il leader della Lega e ministro dell’Interno Matteo Salvini in un comizio al Galluzzo, frazione alle porte di Firenze, in sostegno del candidato sindaco del centrodestra Ubaldo Bocci.

A livello nazionale il riferimento è senza dubbio al caso del sottosegretario Armando Siri. «Sulla questione morale il M5S non fa passi indietro e alla Lega chiediamo di non cambiare sempre discorso, ma di tirare fuori le palle su Siri e farlo dimettere». Lo scrive il M5S in un post sul blog delle Stelle. Salvini dovrebbe mostrare più coraggio e maggiore coerenza visto che in occasione delle dimissioni della sottosegretaria ai Trasporti Simona Vicari, perché indagata per concorso in corruzione, diceva: «Le dimissioni del sottosegretario non mi soddisfano. Non basta chiedere scusa e dimettersi», attacca il M5S. (Ansa)