Consiglio comunale, Vallani è il nuovo vicepresidente

È risultato eletto il consigliere che ha ottenuto il maggior numero di voti tra quelli appartenenti a gruppi consiliari diversi da quello del presidente Ciro Maschio e dell’altro vicepresidente in carica Paolo Rossi.

Palazzo Barbieri Comune di Verona
Palazzo Barbieri Comune di Verona

È Stefano Vallani, consigliere del Pd, il nuovo vicepresidente del Consiglio comunale, ad espressione della minoranza. Ieri sera l’aula ha proceduto all’elezione per sostituire il dimissionario Alessandro Gennari. Su 33 votanti, sono stati 21 gli astenuti, 9 i voti per Vallani e 3 quelli per Elisa La Paglia, che si era candidata per sostenere la parità di genere. Ciascun consigliere poteva esprimere un solo voto, in maniera segreta grazie ad un sistema telematico utilizzato per la prima volta ieri sera. È risultato eletto il consigliere che ha ottenuto il maggior numero di voti tra quelli appartenenti a gruppi consiliari diversi da quello del presidente Ciro Maschio e dell’altro vicepresidente in carica Paolo Rossi.

Approvato, con 32 voti favorevoli e 1 astenuto, l’ordine del giorno presentato dal capogruppo del Pd Federico Benini che invita la Giunta a rendere gratuite le corse dell’autobus, sia per l’andata che per il ritorno, per chi si reca al punto vaccinazioni della Fiera con i mezzi pubblici.

Il Consiglio comunale, prima delle votazioni, ha rispettato un minuto di silenzio in occasione della prima giornata nazionale in memoria delle vittime del Coronavirus, che si è celebrata ieri.

Ad inizio seduta, inoltre, il presidente del Consiglio comunale Maschio ha voluto ricordare il dipendente comunale Gian Luigi Dal Cerè, scomparso prematuramente e improvvisamente a pochi mesi dalla pensione, dopo tanti anni di servizio come messo anche in aula consiliare. Sono state poi comunicate le ultime modifiche avvenute all’interno delle commissioni consiliari, così come l’unione di Battiti e Verona Domani in un unico gruppo e l’ingresso, in quest’ultimo, del consigliere comunale Anna Leso.