Congresso famiglia, Bonato: “la Lega è divisa”

Un messaggio Whatsapp, e poi diversi pareri degli esponenti della Lega (non solo veronese), dimostrerebbe, secondo il consigliere del gruppo Lega Mauro Bonato, che il partito è diviso. Da una parte chi il convegno lo vuole per difendere la famiglia “naturale”; dall’altra chi considera “agghiaccianti” le posizioni dei relatori

“La Lega non è affatto unita a favore del congresso sulle famiglie”. A dirlo il consigliere comunale ed ex capogruppo della Lega Mauro Bonato, riferendosi al convegno che si svolgerà in Gran Guardia dal 29 al 31 Marzo 2019. “Sono contro la frasi agghiaccianti proferite dai relatori del convegno, non contro il convegno”, ha spiegato Bonato. E a pensarla come lui sarebbero anche altri personaggi della Lega, che avrebbero sostenuto la posizione del consigliere.

Bonato ha mostrato questa mattina in conferenza stampa un messaggio Whatsapp nel quale un altro esponente della Lega (che rimane anonimo), ha sostenuto la posizione del consigliere “ribelle”. Bonato aveva infatti spiegato: “La Lega è nata per ottenere l’autonomia delle regioni, non per sindacare su temi etici o familiari.”