Condannato per furto nel 2017, ora sconterà la pena in carcere

Un ventottenne nel 2017 aveva commesso una serie di furti; violando gli arresti domiciliari nel 2020 aveva poi compiuto l'ennesima rapina con aggressione. Ora per l'uomo è stato emesso un Ordine di Esecuzione di Pene Concorrenti in carcere di tre anni, nove mesi e 28 giorni, partito ieri.

Furto e rapina ora in carcere

Il ventottenne marocchino M.Z., residente a Sant’Ambrogio di Valpolicella, arrestato ieri dai Carabinieri del posto, era specializzato in furti all’interno di locali pubblici e nei parcheggi delle discoteche di Verona, dove nel gennaio del 2020 aveva addirittura aggredito, una volta scoperto, il proprietario dell’auto nella quale si era introdotto, trasformando il reato in rapina. L’uomo si trovava agli arresti domiciliari presso la sua residenza in attesa della fine del processo a suo carico.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Una volta riconosciuto colpevole e condannato per la rapina, però, l’uomo è stato raggiunto anche dalle pena sospese che aveva annoverato per una serie di furti del 2017. Così, il 17 giugno 2021, l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona, dopo aver sommato le condanne inflitte al marocchino per i reati commessi fra il 2017 ed il 2020 e scomputato i periodi di detenzione in carcere e ai domiciliari già scontati quale misura cautelare, ha emesso un Ordine di Esecuzione di Pene Concorrenti in carcere di tre anni, nove mesi e 28 giorni.

Ieri i Carabinieri di Sant’Ambrogio di Valpolicella hanno rintracciato M.Z. e gli hanno notificato il provvedimento trasferendolo presso il carcere di Verona Montorio.

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈