Conclusi i lavori al collettore in via Pisano

La strada, interessata da lavori per il collettore fognario e per la nuova sovrastruttura della filovia, è stata riaperta questa mattina.

via Pisano

Riaperta da questa mattina via Pisano, che era stata chiusa per consentire i lavori di sostituzione di una parte del collettore fognario.

L’intervento è stato anche l’occasione, grazie ad un costante coordinamento tra Amministrazione comunale, AMT3 e Acque Veronesi, per un’ottimizzazione dei tempi, consentendo anche la realizzazione delle sovrastrutture stradali previste per la nuova filovia. Una soluzione che ha permesso una riduzione sia dei costi sia dei disagi per i residenti.

Lavori via Pisano

L’intervento è stato fondamentale per far fronte a un grave problema strutturale, che avrebbe potuto portare a cedimenti dello stesso con conseguente rischio per il transito sulla strada soprastante. La nuova condotta posata per un tratto di circa 250 metri, di diametro 400mm (prima era di 300mm), darà anche maggiori garanzie rispetto al rischio allagamenti in concomitanza con gli eventi piovosi. Con i lavori sono stati rinnovati anche 30 allacciamenti.

L’intervento, costato circa 300 mila euro, è iniziato a metà aprile scorso ed è stato ultimato questa mattina, con la riapertura al traffico e il ripristino della viabilità ordinaria. Ripristinata anche l’attività del servizio di trasporto pubblico, con il regolare passaggio dei bus delle linee feriali 32 e 33 e festiva 93.

«Ottima sinergia fra istituzione per consentire la realizzazione di interventi importanti con il minor impatto possibile sulla vita di residenti e cittadini. Il coordinamento dei lavori ci consente inoltre di portare avanti sia opere essenziali di sistemazione e rifacimento della rete fognaria da parte di Acque Veronesi che la cantierizzazione della Filovia, con una sostanziale riduzione dei disagi percepiti dalla popolazione», commenta l’assessore alle Opere complesse Tommaso Ferrari.

«Un esempio concreto e funzionale di coordinamento tra enti, che ha permesso un’ottimizzazione di tempi e costi dell’intervento, limitando di conseguenza i disagi alla viabilità cittadina – ha detto il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli – La zona sarà adesso servita da nuove infrastrutture e sottoservizi moderni ed efficienti».