Concerto per patriota cecoslovacco: “La provincia patrocina nazi-fascisti”

jan palach

Hanno accusato l’amministrazione e la provincia di Verona di patrocinare i nazi-fascisti, i membri di Assemblea 17 dicembre, l’associazione antifascista di Veronetta. A scatenare il caso il concerto che si terrà il prossimo 19 gennaio (senza specificare il luogo), nel quale si esibiranno tre band “dichiaratamente nazi-fasciste” come viene sottolineato nel comunicato dell’associazione.

L’evento, patrocinato dalla provincia e da Ser.i.t, la società a cui il comune di Verona affida i servizi di igiene ambientale, è organizzato dall’associazione “Nomos – Terra e Identità” vicina al consigliere comunale Andrea Bacciga e sarà dedicato al “patriota cecoslovacco” Jan Palach, simbolo della resistenza anti-sovietica che si diede fuoco in piazza Venceslao a Praga.

“L’associazione è stata da poco presentata in conferenza stampa dal consigliere Bacciga: intende finanziare le vittime dell’alluvione attraverso l’organizzazione di eventi “culturali” di chiaro stampo fascista che questa amministrazione non si vergogna di sostenere” si legge nella nota stampa di Assemblea 17 dicembre.

Segue una presentazione dei gruppi musicali che si esibiranno nel corso dell’evento: “La Compagnia dell’Anello è tra le prime band nazi-rock italiane, nata al primo CampoHobbit del 1977, evento storico della giovanile del Movimento Sociale Italiano, perché, come ammettono gli stessi componenti, «per i “fascisti” non cantava nessuno» prosegue il comunicato.

“Gli Hobbit sono invece capitanati da Emanuele Tesauro, che li fondò nel 1994 quando erauno studente universitario, anche noto come presidente di Fortezza Europa, di cui Bacciga è un sodale, associazione che si richiama alla propaganda del Terzo Reich. I Topi Neri, infine, qualora fosse necessario specificare oltre, hanno recentemente suonato al Xmas veronese con i Gesta Bellica, un modo natalizio di celebrare la X Flottiglia Mas, con cui la Repubblica di Salò, insieme all’esercito tedesco, si impegnò a dare la caccia ai partigiani. La stessa flottiglia capitanata da Junio Valerio Borghese,successivamente aderente a tutto il mondo dell’estrema destra neofascista e noto per un tentato colpo di stato in Italia nel 1970”continua l’associazione di Veronetta.

A coronare l’evento è poi, secondo Assemblea 17 dicembre, la presenza di Gabriele Marconi, scrittore e cantante, “già membro di Terza Posizione, organizzazione di estrema destra fondata da Roberto Fiore e Gabriele Adinolfi, sciolta per banda armata e associazione sovversiva”.

“Venendo meno, ripetutamente, ai valori anti-fascisti della nostra costituzione la provincia e indirettamente l’amministrazione stanno patrocinando il concerto di tre band che inneggiano al potere bianco, alle bandiere nere, che rimpiangono il regime mussoliniano e criminalizzano la resistenza” conclude il comunicato.