Commissione Giustizia, via libera alla proposta di legge sul voto di scambio

voto di scambio

Via libera della Commissione Giustizia della Camera alla proposta di legge che modifica il reato di voto di scambio politico-mafioso.

È stato dato il mandato alla relatrice Piera Aiello a riferire in Aula da lunedì prossimo. «Il testo – spiega la presidente della commissione Giulia Sarti – è migliorato. Ora chi prende i voti dai mafiosi rischia una condanna fino a 15 anni di carcere».

«Seguendo anche le indicazioni degli esperti auditi, tra i quali ricordo il procuratore nazionale Antimafia Cafiero De Raho – aggiunge Sarti – abbiamo apportato alcune modifiche al testo approvato in Senato per eliminare l’inciso che aveva destato preoccupazioni ovvero “sia a lui nota” e abbiamo reintrodotto oltre all’appartenenza all’associazione mafiosa, anche le “modalità mafiose” come alternativa, per rendere più efficiente l’applicazione della legge e la possibilità di colpire duramente l’illecito rapporto tra mafie e politica».