Circe porta "l'autunno" ma da giovedì torna il caldo

New call-to-action

VERONA – Come previsto ci ha pensato Circe a rinfrescare le afose giornate estive dei veronesi. A partire da sabato, l’estate sembra essersi trasformata in autunno, ma la straordinaria magia del ciclone di provenienza finlandese non è destinato a durare ancora per molto.

È stato proprio il centro della città scaligera ad essere vittima del violento nubifragio che nella mattinata di sabato ha sorpreso turisti e cittadini. Ben 30 i millimetri di pioggia caduti in soli 15 minuti a Montorio e in Borgo Venezia. Raffiche di vento fino a 80 km/h che hanno provocato non pochi danni. Ma se non altro il ciclone Circe ha portato un po’ di tregua alle alte temperature delle ultime settimane. Nella giornata di oggi non si supereranno i 26 gradi, il cielo resterà nuvoloso e le precipitazioni, secondo le previsioni, dovrebbero essere assenti.

Cielo coperto anche domani, quando in serata dovrebbe arrivare qualche temporale. Previste temperature tra i 19 gradi mattutini e serali e i 28 gradi pomeridiani.

L’instabilità rimarrà anche nella giornata di mercoledì. Come per i primi giorni della settimana, il cielo sarà parzialmente nuvoloso la mattina, con qualche spazio in più per il sole. In serata, le nubi si faranno più numerose ed è previsto pure l’arrivo di piogge e temporali.

Ma come accennato, la magia di Circe dovrebbe svanire a partire da giovedì. Sole, caldo e rialzo delle temperature con massime intorno ai 34 gradi è quanto previsto per gli ultimi giorni della settimana, quando l’alta pressione dovrebbe tornare a stabilirsi sulla penisola italiana.

Nella foto, il violento nubifragio che ha colpito la città sabato 21 luglio.

(<italic>Foto: per gentile concessione di PZ COMMUNICATION</italic>).

La redazione