Central Park, venerdì la presentazione delle novità progettuali

Venerdì 26 febbraio sarà presentato il masterplan dell'ex Scalo Merci di Verona redatto dall'Università di Padova in collaborazione con gli uffici Urbanistica del Comune di Verona.

Progetto del Central Park, legato alla riqualificazione dell'ex scalo merci di Porta Nuova
Progetto del Central Park, legato alla riqualificazione dell'ex scalo merci di Porta Nuova

Il Masterplan del Central Park è pronto a svelare i tasselli che lo compongono: elementi, scenari, e ambiti che delineano l’identità del grande parco urbano come è stato pensato dall’Amministrazione comunale. Dalla “spiaggia urbana” alle “officine per la manutenzione degli affetti”, dal “giardino all’italiana” alla promenade, fino alle “spine attrezzate” e al parco urbano.

Sono alcuni dei principali scenari di cui si compone il masterplan dell’ex Scalo Merci di Verona redatto dall’Università di Padova in collaborazione con gli uffici Urbanistica del Comune di Verona. Le novità progettuali saranno illustrate pubblicamente nel webinar in programma venerdì 26 febbraio, a partire dalle 17, a cui parteciperanno i principali attori del processo di trasformazione dell’area. Un lavoro frutto di incontri, confronti e condivisione dei contenuti tra l’Amministrazione e i diversi stakeholder coinvolti nel progetto, per un percorso di partecipazione il più ampio possibile, in linea con una modalità già ampiamente utilizzata dall’Amministrazione. 

Il webinar sarà aperto a tutti, trasmesso in diretta sul canale youtube del Comune e visibile anche a posteriori. Vi parteciperanno il sindaco Federico Sboarina, gli assessori ai Lavori pubblici e Infrastrutture Luca Zanotto per l’illustrazione generale del progetto e dei vari step per la sua realizzazione. Quindi si entrerà nel dettaglio dell’elaborazione del Masterplan, con gli interventi dei progettisti dell’Università di Padova, Michelangelo Savino, Luigi Stendardo, Angelo Bertolazzi, Stefanos Antioniadis, Enrico Redetti e Giovanni Sommariva. Previsto anche il contributo del vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti. Il programma è stato illustrato oggi dall’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala, insieme a Stefanos Antoniadis. 

«La pandemia ha purtroppo impedito un più ampio coinvolgimento della cittadinanza al processo che ha portato alla stesura del masterplan – ha detto l’assessore-. L’incontro di venerdì, online e visibile da tutti, va proprio in questa direzione. Grazie alla proficua collaborazione con l’Università di Padova sono stati delineati i principali scenari su cui si svilupperà il progetto vero e proprio di realizzazione del grande parco, elementi che lo caratterizzeranno come spazio pubblico, aperto a tutti, dotato di servizi all’avanguardia oggi inesistenti. Stiamo andando spediti, tra qualche giorno scadrà il bando di gara pubblicato da FS Sistemi Urbani (società del Gruppo FS Italiane) per la selezione di un operatore economico interessato a portare avanti la trasformazione urbanistica dell’area. Una volta individuato il gruppo economico in grado di strutturare il concept adeguato all’area, partirà un nuovo importante capitolo. Siamo molto felici di coadiuvare l’Amministrazione in questa fase – ha aggiunto Antoniadis -. Un lavoro davvero stimolante, che ci ha visto impegnati nel delineare scenari e linee guida utili per lo sviluppo del masterplan. Per l’Università questa è anche l’occasione di uscire dai canoni tradizionali e calarsi nelle questioni più propriamente territoriali».