Censimento: a Verona saranno rilevate 3mila famiglie

Dal 7 ottobre e fino al mese di dicembre partirà il censimento permanente della popolazione a cura di Istat che rileverà le condizioni e le caratteristiche di un campione di circa tremila famiglie veronesi. Le rilevazioni, da quest’anno, non saranno più decennali, bensì annuali.

Parte ad ottobre il censimento permanente della popolazione, che sarà annuale e non più decennale, e andrà a rilevare le principali caratteristiche della popolazione e delle abitazioni, e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale. La rilevazione avverrà via web e con i tablet forniti dall’Istituto. In Italia interesserà un campione di 1 milione e 400 mila famiglie, a Verona, in particolare, saranno 3 mila le famiglie sotto la lente dell’Istat, circa il 10 per cento dei residenti.

Dal 7 ottobre fino a dicembre, quindi, le famiglie campione potranno essere intervistate attraverso diverse modalità: questionario web, intervista telefonica, intervista presso i centri comunali di rilevazione o attraverso la rilevazione a domicilio, grazie all’impiego di 40 rilevatori che, muniti di documenti e contrassegni, si recheranno nelle case previo appuntamento e dopo una prima fase di verifica del territorio.

In concomitanza con la partenza della campagna di comunicazione dell’Istat, il Comune di Verona attiverà un numero telefonico e alcuni sportelli dedicati per ottimizzare il rapporto di collaborazione con le famiglie e fornire il supporto necessario alla compilazione dei questionari, che, altra novità, non saranno più cartacei ma sempre in formato digitale.

Tutte le informazioni sono disponibili sulle pagine del Comune e sul sito Istat.