Caso Saviano, il PD veronese contro il consigliere Velardi

I consiglieri comunali dem Benini, La Paglia e Vallani criticano il collega leghista a Palazzo Barbieri per il video registrato mentre era in auto e in cui Velardi definisce lo scrittore napoletano «il miglior promoter della camorra».

I consiglieri del PD Benini, La Paglia e Vallani

Non si placano le polemiche attorno al caso Saviano. Dopo la bufera nata dalla decisione della maggioranza di ritirare la cittadinanza onoraria allo scrittore napoletano, e la risposta dello stesso Roberto Saviano con una diretta sul suo profilo Instagram, ad agitare ancora le stanze di Palazzo Barbieri, e in particolare quella del sindaco Federico Sboarina, è un video del consigliere della Lega Andrea Velardi.

Video che non è passato inosservato al consigliere comunale del Partito Democratico Federico Benini, soprattutto per una frase pronunciata dal collega consigliere, in cui si insinua che «Saviano sia il miglior promoter della Camorra».

Un frame del video di Andrea Velardi

«E’ una frase shock – tuona Benini, che aggiunge – Il Sindaco Sboarina prenda le distanze. Allucinante è dir poco. Ascoltare il video che si è prodotto alla guida della sua auto il consigliere Velardi (già questo vietato dal codice della strada) fa accapponare la pelle. Ormai da questo 2020 ci si può aspettare di tutto, ma sentire frasi del tipo “Saviano è un pr. Saviano è il miglior promoter della camorra”, “Saviano si è fatto attrarre dai benefici di chi fa quel genere di battaglie “ rivolte a chi è costretto a vivere sotto scorta, o meglio a non vivere in quanto rischia di essere assassinato dalla Camorra».

«La stessa Camorra che il consigliere leghista Velardi sostiene che lui abbia promosso. Purtroppo con questo video Velardi ha mostrato il vero volto di questa amministrazione. Verona non è come il consigliere Velardi e lo dimostrano le oltre 8 mila firme che stiamo raccogliendo su change.org al link http://chng.it/sgxwdTny. Mi auguro che immediatamente il Sindaco di Verona e il leader della lega Salvini prendano le distanze da queste frasi. Toni di questo livello hanno superato ogni limite della decenza».

«Le parole deliranti del consigliere leghista Andrea Velardi rivelano il sonno della ragione che si è impossessato della maggioranza che governa questa città. – aggiungono i consiglieri dem Elisa La Paglia e Stefano Vallani, sottoscritte anche da Benini – Sono parole prive di senso che suonerebbero raccapriccianti anche nell’ultima delle osterie. L’arroganza di Velardi, che vorrebbe spiegare ad un bersaglio della camorra come si conduce la lotta culturale alla mafia, fa purtroppo il paio con la superbia del Sindaco Sboarina e del presidente del Consiglio comunale Ciro Maschio che proprio l’altro giorno si sono arrogati il diritto di distribuire patenti di tolleranza dall’alto di un consiglio comunale che negli ultimi anni ha fatto ascoltare all’Italia intera le cose peggiori possibili e immaginabili su omosessuali, donne e immigrati…».

Andrea Velardi si è affidato a Facebook per controreplicare.