Caso Rebellin, respinto il patteggiamento per il camionista

Il Tribunale di Vicenza ha respinto la proposta di patteggiamento per una pena di tre anni e undici mesi del camionista tedesco che investì il ciclista Davide Rebellin. L’accusa aveva acconsentito, ma invece si andrà a processo.

Davide Rebellin a Verona Arena 2019
Davide Rebellin a Verona per il Giro del 2019
New call-to-action

Il tribunale di Vicenza ha respinto nuovamente la proposta di patteggiamento di 3 anni e 11 mesi presentata da Wolfgang Rieke, il camionista tedesco di 63 anni responsabile della morte del ciclista Davide Rebellin il 30 novembre 2022.

Questo è il secondo rifiuto, dopo un primo rigetto in udienza preliminare. Rieke, ora agli arresti domiciliari, dovrà affrontare il processo.

La sua richiesta di patteggiamento è stata considerata inammissibile poiché identica a quella già valutata precedentemente. Lo hanno fatto sapere i legali della famiglia Rebellin, che si sono costituiti parte civile. La prima udienza del processo è fissata per il 27 maggio.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco