Caso Diciotti: oggi l’esame in Senato

È ripresa in Aula al Senato la discussione generale sul caso Diciotti dopo la chiusura di ieri sera poco prima della mezzanotte. Una cinquantina in tutto gli iscritti a parlare.

Ieri sono già intervenuti 27 senatori e alcuni hanno rinunciato. Oggi il Senato dunque deciderà se concedere l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il voto, previsto per le ore 13, sarà palese senza proclamazione immediata del risultato. Infatti i senatori che non hanno partecipato alla votazione potranno comunicare il proprio voto palese ai senatori Segretari, che ne terranno nota in appositi verbali fino alla chiusura delle operazioni di voto, prevista alle ore 19.

“Per forza, che altra possibilità c’è?”. Così la senatrice del Movimento 5 stelle Paola Nugnes risponde alla domanda sull’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Mi attengo a questo caso e alla richiesta del tribunale”, ha aggiunto la senatrice, una delle dissidenti del Movimento, spiegando “non c’era un preminente interesse pubblico che potesse essere raffrontato all’interesse calpestato dei 177 migranti a bordo ma anche dell’equipaggio, quindi credo che non possa valersi dell’immunità e che debba andare a giudizio. Chiaramente non andrà a giudizio ma questo è un peccato per lo stesso Salvini perché per essere dichiarati innocenti, bisogna essere processati. La magistratura è la magistratura, le altre istituzioni sono altre”. (Ansa)