Cantina Valpolicella Negrar. Scomparso l’ex presidente Gaburro

È venuto a mancare il 19 giugno scorso Giuseppe Gaburro, ex presidente della cantina di Valpolicella di Negrar e docente universitario alla facoltà di Economia dell'Università di Verona.

Sabato 19 giugno scorso è venuto a mancare Giuseppe Gaburro, ex presidente della Cantina Valpolicella Negrar, che riuscì a ricoprire questo ruolo dal 1990 al 2002 con grande abnegazione, nonostante la professione che svolgeva di ricercatore scientifico e docente universitario presso la Facoltà di Economia dell’Università di Verona.

Nei suoi dodici anni di presidenza la cantina passò da un fatturato di 5 miliardi di vecchie lire a trentacinque miliardi, sette volte tanto. Importante fu anche l’impegno che profuse per la promozione della cantina sui principali mercati internazionali, impegnandosi di persona nelle principali regioni universitarie europee e americane, in modo da avvicinare sempre più la cantina al mondo della cultura, della ricerca e dell’Università. Sempre durante la sua presidenza, la cantina ottenne le prime certificazioni di qualità e, per sua volontà, fu avviata con Milo Manara, il grande fumettista valpolicellese d’adozione, la felice tradizione delle etichette d’autore per l’Amarone Riserva Mater.

A legare il professor Gaburro alla cantina è sempre stato un forte senso di appartenenza ad un territorio vocato da sempre alla viticoltura. Nato a Negrar nell’ottobre del 1933, lo stesso anno di nascita della cantina, accettò di esserne presidente anche in memoria di suo padre, Gabriele Gaburro, che di fatto, grazie al suo lavoro, riuscì nel 1957 a dare vita alla Cantina Valpolicella come la conosciamo oggi.

Da sinistra, Giuseppe Gaburro, Ettore Righetti, Milo Manara, Daniele Accordini e Alfredo Albertini

Daniele Accordini, enologo della cantina cooperativa negrarese che ebbe modo di lavorare con lui, lo ricorda in questo modo: «Il professor Gaburro era una personalità molto conosciuta nel territorio e fin da subito portò in cantina il suo grande contributo professionale. È stato anche un precursore degli studi sulla cultura e sulla comunicazione del vino». «Uomo di grande cultura, – aggiunge invece Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar – attribuiva al nostro territorio e ai vini della Valpolicella uno spirito di sano ottimismo, di amore alla natura e di gioia di vivere, un pensiero che condivido e che in questo periodo di pandemia ha ancora più valore».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM